Al Complesso del Vittoriano ‘Il Borromini occulto’

Laura Gabriella Micucci interpreta la luce e la spiritualità del geniale Architetto
di Patrizia Miracco - 11 Settembre 2011

“Il Borromini ‘occulto’ nelle opere di Laura Gabriella Micucci. Luce, spazio, armonia il Divino – dal San Carlino al Vittoriano”, è la mostra che il Complesso del Vittoriano ospita dal 7 al 15 settembre 2011. Laura Gabriella Micucci omaggia Borromini ispirandosi al libro di Leros Pittoni “Francesco Borromini – L’architetto occulto del barocco” con 7 opere di grandi dimensioni realizzate con tecniche miste.

Per lo storico dell’arte, Claudio Strinati, si assiste in questi lavori della Micucci “a una sorta di continua metamorfosi di temi borrominiani che si calano, trasfigurati, dentro i singoli dipinti. L’ombra del Borromini sovrasta i quadri che sono come organismi pulsanti dove la forma del DNA, cellula divina che tutto genera, si accosta a quella delle strutture e dei simboli borrominiani fino a culminare nelle vere e proprie citazioni della pianta del San Carlino, dell’immagine dell’Ouroboros, dell’occhio divino che tutto vede e tutto comprende”.

L’universo pittorico dell’artista romana è uno studio continuo sulla luce e le trasparenze, tra le sue opere sculture luminose in ferro e seta. La Micucci rivela che l’ispirazione delle opere dedicate al Borromini nasce da una personale interpretazione della “parte meno conosciuta, e per questo più intima e spirituale del geniale Architetto, intento a trasformare la sua Architettura in luce, colore, suono in un continuo trasmutamento, poesia, linee e spazialità che vibrano nelle corde più nascoste delle nostre sensibilità”.

La magia delle sue opere è nella traccia della trasparenza della materia con dei colori che appaiono simboli eterei e nel far rivivere sensazioni percepite dal grande architetto

 lavori dell’artista sono realizzati utilizzando tecniche miste su telaio in legno e tela di cotone a grana grossa quali l’encausto, l’acrilico, l’encausto su cera, la lana di vetro, il vinavil, l’oro zecchino, il titanio sagomato al laser, le paste vitree, lo zirconio sagomato e lucidato a mano, la pirite fossile, tutte usate con particolare abilità artigiana.

Per ulteriori informazioni: www.lauramicucci.it, o Luisa Banfi Bistoncini (curatore): 339/8267301, luisa.banfi@hotmail.com.

La mostra è ad ingresso gratuito, tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30.

Per informazioni: tel. 06/6780664. 

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti