Al parco Ottoboni-Galla Placidia sventola il tricolore per la festa della Repubblica

La Professoressa Mambella e Bellofatto rileggono la Costituzione con i cittadini
di Simone Gentile - 3 Giugno 2015

Martedì 2 giugno anche il parco Ottoboni-Galla Placidia si è tinto del tricolore. In occasione della festa della Repubblica, l’area verde di via Galla Placidia ha ospitato il suo secondo evento. La Professoressa Loredana Mambella con la collaborazione di Pericle Bellofatto del Centro Culturale Gabriella Ferri ha deciso di omaggiare la ricorrenza con un nuovo evento proprio nel parco dove, con il suo “Salotto letterario”, aveva ricordato i Natali di Roma lo scorso aprile. Nel corso di questo rovente pomeriggio di inizio giugno, infatti, ha avuto luogo l’evento “Rileggiamo insieme la Costituzione della Repubblica italiana”.

parco ottoboni-gallaplacidiaCostituzione alla mano, i cittadini hanno avuto modo di rileggere insieme gli articoli fondanti dell’Italia repubblicana, non prima di aver intonato emozionati l’inno di Mameli (quello integrale, si intende!). Mambella ha quindi raccontato la nascita del testo costituzionale, attraverso la storia non soltanto del nostro Paese ma anche degli uomini, come Terracini, De Nicola e gli altri, che animarono quel particolare momento storico dopo il dramma del ventennio fascista. Accompagnati dal “Va’, pensiero” di Verdi, è stato possibile soffermarsi a riflettere su questa data così importante per l’Italia, riscoprendo i valori che hanno ispirato i padri costituenti e che, oggi, dovrebbero ispirare chiunque abbia a cuore la democrazia e la Repubblica.

Commovente è stata la deposizione di due targhe, a cui ha fatto seguito un minuto di silenzio, a commemorare i martiri della due guerre mondiali. Su una pianta d’alloro è andata la targa per il Centenario della Grande Guerra, mentre la seconda è stata posta su una pianta di nespolo. Giusto quest’anno, d’altra parte, corre tanto il Centenario del primo conflitto mondiale quanto il 70esimo anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale. Entrambi i ricordi sono a nome degli “Accademici di via Galantara”.

Tanta è stata la partecipazione, che ha confermato il desiderio da parte dei cittadini di vivere i propri quartieri, nelle giornate festive come in quelle feriali, e la voglia di essere protagonisti della vita civile. Ma il merito è sicuramente di chi alimenta la cultura e il senso civico attraverso iniziative che non possono che riavvicinare le persone a quella dimensione sociale che sembriamo avere perso.

La Sposa di Maria Pia

Commenti

  Commenti: 1


  1. Si ricorda, a tutti i frequentatori del Parco Placidia-Ottoboni che la realizzazione degli eventi e la gradevole accoglienza al parco è dovuta al sacrificio e alla passione per il verde di tutti gli appartenenti al Comitato di Volontariato “Insieme per Via Galla Placidia” che ha l’affidamento per la manutenzione e controllo dello stesso. Distinti saluti.
    Il Presidente
    Angelo Carucci

Commenti