Approvata in Campidoglio mozione per gli aiuti a famiglie danneggiate da incendio a Colli Aniene

Antonio Barcella - 30 Ottobre 2023

Il 26 ottobre mattina è stata presentata in Campidoglio dal consigliere Yuri Trombetti, la mozione al Sindaco Gualtieri per intercedere sulla proroga del 110% per l’edificio coinvolto nell’incendio del 2 giugno 2023.

Alcuni condomini dell’edificio danneggiato, accompagnati da un cartello che recitava “Non lasciateci soli – 24 famiglie senza una casa – Un intero condominio a rischi 110%”, chiedevano a gran voce un sostegno alle loro difficoltà. Il Consiglio non li ha abbandonati e ha votato la mozione a grandissima maggioranza, con un solo astenuto.
“L’Assemblea capitolina -afferma in un comunicato il Consigliere Yuri Trombetti, primo firmatario della mozione – ha approvato un atto a sostegno delle famiglie e delle imprese coinvolte nell’incendio dell’edificio di via Giuseppe D’Onofrio, a Colli Aniene. Il 2 giugno 2023 per cause ancora da accertare, le fiamme avvolsero il palazzo che ospitava diversi locali commerciali e 76 famiglie. In questi mesi i nuclei familiari sono stati assistiti grazie all’attivazione immediata delle misure di emergenza abitativa, con la collaborazione della Protezione Civile, ma sono ancora molti quelli impossibilitati a far rientro nelle loro case”.
“Con questo atto vogliamo attivare tutte le forme possibili di sostegno alle tante famiglie che dopo l’incendio sono rimaste senza casa. In particolare, come in altre occasioni simili, chiediamo provvedimenti per concedere un bonus abitativo, a ristoro delle spese straordinarie sostenute, rivolto alle persone coinvolte. Inoltre, nell’edificio si stavano realizzando lavori di manutenzione straordinaria con il ricorso al superbonus edilizio. Il cantiere è ora sotto sequestro e, dal danno alla beffa, gli inquilini rischiano di dover sostenere totalmente i costi degli interventi di riqualificazione, pari a 4 milioni di euro. Per questo chiediamo di attivarsi presso il governo italiano, presso i ministri dell’Economia e delle Finanze, delle Infrastrutture e dell’Ambiente, per concedere agli inquilini una proroga dei termini conclusivi delle opere fino al dicembre 2024.”

Poliambulatorio Diego Angeli

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti