Ardea: Prima la lite poi le minacce con un coltello, arrestato

In manette un uomo 38enne accusato di atti persecutori

Era una normale lite tra vicini, poi però sono arrivate le minacce impugnando un coltello dopo aver chiamato un amico. Quanto accaduto ad Ardea la scorsa notte. In manette un 38enne del posto, indiziato del reato di atti persecutori.

Un 39enne romeno ha chiamato il 112 richiedendo con urgenza l’intervento di una pattuglia dei carabinieri della tenenza di Ardea in viale San Lorenzo, poiché il suo vicino, apparentemente sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, lo stava minacciando e insultando sull’uscio di casa. L’uomo, inoltre, con la complicità di un amico, un italiano 54enne, stava tentando di entrare nella sua abitazione colpendo la porta d’ingresso con violente coltellate, almeno 15 colpi che trapassavano il legno.

L’immediato intervento dei militari dell’Arma ha scongiurato il peggio e ha permesso di identificare le parti e di rinvenire il coltello, con una lama di oltre 20 centimetri, nella casa del 38enne. Raccolte le dichiarazioni dei testimoni presenti, i carabinieri hanno fermato l’indagato e lo hanno portato nel carcere di Velletri, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, e denunciato in stato di libertà il suo amico 54enne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati