Assurdi – Non più onorevoli -Fa quel Sergio dice e non quel che Sergio fa – Roma-Napoli 1 a 0 – Clemente cantatore

Fatti e misfatti di agosto 2016
Mario Relandini - 28 Agosto 2016

Assurdi

“E’ assurdo – ha detto, prendendo spunto dal terrificante terremoto del 24 scorso, il Presidente del Senato, Pietro Grasso – è assurdo che crollino gli edifici dello Stato”.

Certamente. Ma è ancora più assurdo che sia lo Stato a favorire, con le sue irresponsabili inerzie, il crollo dei suoi edifici. Ma anche il crollo degli edifici dei suoi cittadini.

Non più onorevoli

“Il “Movimento 5 stelle” – a Roma – ha lanciato la proposta affinché i consiglieri capitolini non siano più “onorevoli””.

Non siano più onorevoli, però, formalmente. Nella sostanza, infatti, almeno molti consiglieri capitolini non sono più onorevoli già da molto tempo.

Fa quel Sergio dice e non quel che Sergio fa

“C’è un limite oltre il quale il profitto diventa avidità – ha detto, ad un gruppo di giovani talenti all’ “Università Luiss Guido Carli”, Sergio Marchionne – e chi opera nel libero mercato ha il dovere di fare  i conti con la propria coscienza… Occorre quindi creare le condizioni per un cambiamento virtuoso e per promuovere una globalizzazione che sia davvero al servizio dell’umanità”.

Ma il Sergio Marchionne amministratore delegato di quella “Fiat Chrysler Automobiles” così avida da continuare a cercare il profitto oltre ogni limite? Proprio lui. E, allora, sempre più vero il detto popolare “Fa quel prete dice e non quel che prete fa”. Specialmente – andrebbe specificato – quel che fa il prete laico dal maglioncino nero.

Adotta Abitare A

Roma-Napoli 1 a 0

“Si prendono bottiglie di plastica – anche di dubbia provenienza – si riempono alle fontanelle e si vendono per due euro, spacciandole come acque minerali, ai turisti”.

Roba da Ciro Esposito? No: da Romolo Capocci. Roma-Napoli, questa volta, 1 a 0

Clemente cantatore

“Durante il concerto “Omaggio a Napoli” – che si terrà alla “Cassa armonica” della Villa comunale di Benevento – salirà sul palco, per cantare, anche il neosindaco Clemente Mastella”.

Canterà forse, modestamente, ” ‘I so ‘na cosa grande pe’ tte”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti