‘Caterina de’ Medici. L’arte del saper fare bene italiano’ al Complesso del Vittoriano

Regina mecenate e ambasciatrice dell’arte italiana in mostra fino al 22 novembre
di Patrizia Miracco - 16 Ottobre 2009

La sala Zanardelli del Complesso del Vittoriano, da venerdì 16 ottobre a domenica 22 novembre, sarà dedicata a Caterina de’ Medici, sovrana italiana, nipote di Lorenzo il Magnifico, moglie di Enrico II di Valois, amante dell’arte e ambasciatrice dell’arte italiana in Francia.

L’esposizione “Caterina de’ Medici. L’arte del saper fare bene italiano” vuole, infatti, essere un omaggio ad una grande persona storica, una donna italiana protagonista del Rinascimento francese, di rara intelligenza e grande cultura. La Regina che seppe far amare la nostra arte e la nostra cultura.

“Una mostra – spiega Francesco Giro, sottosegretario per i Beni e le Attività culturali – importante per esaltare parte del nostro Paese attraverso una personalità straordinaria, ma anche capace di esaltare l’immagine del nostro Paese sotto il profilo politico. Una mostra significativa e positiva in un momento che l’Italia viene spesso aggredita da più parti”.

Marilena Ferrari, presidente della omonima Fondazione, presente alla conferenza stampa ha ricordato, con riferimento alla mostra e al mecenatismo di Caterina de’ Medici, come sia importante per ritrovare la nostra identità e una potenzialità economica promuovere l’arte del saper fare bene italiano.

“La capacità unica – spiega Marilena Ferrari – di creare oggetti di raffinata fattura, indissolubilmente legata alla ricchezza del patrimonio artistico e paesaggistico, è alla base del successo internazionale del Made in Italy e di quel saper fare bene italiano che, nel solco di una tradizione di eccellenza alto-artigianali, affonda le proprie radici nei secoli d’oro del Rinascimento. Si tratta di un patrimonio artistico, culturale ed economico che l’Italia ha accumulato nei secoli grazie alla moltitudine di artefici eccellenti… Oggi, come nel passato, tali ricchezze identificano uno stile, un gusto, un amore per la perfezione e il bello che solo l’Italia può vantare…Eppure, – considera la Ferrari – non sempre questo nostro patrimonio viene valorizzato e promosso in modo adeguato, e molti dei nuovi protagonisti del saper fare bene italiano sono considerati alla stregua di meri esecutori o di sopravvissuti di epoche oramai passate”.

In esposizione si trovano pannelli esplicativi e dipinti-ritratti che riportano la biografia di Caterina, manufatti di opere d’arte e oggetti dalle tecniche raffinate legate alla Regina. Sarà inoltre presente il prezioso volume “Caterina de’ Medici, regina e mecenate” realizzato dalla Casa d’arte Marilena Ferrari-FMR che si prefigge, attraverso la conoscenza di Caterina de’ Medici, l’obiettivo di contribuire alla nascita di un nuovo Rinascimento italiano.

La mostra si può visitare tutti i giorni, dal lunedì al venerdì 9.30/18.30 – sabato e domenica 9.30/19.30, l’ingresso è gratuito e l’entrata è possibile fino a 45 minuti prima dell’orario di chiusura.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti