Caudo: “Delibera cambia volto a Roma Est”

Il programma di recupero urbano prevede: mq 98.875 residenziali , mq 9.888 non residenziali , mq 11.000 commerciali, per circa 3.000 abitanti. Oneri straordinari per 52,07 milioni di euro
Redazione - 24 Luglio 2015

E’ stata approvata il 23 luglio 2015 dal Consiglio Comunale una delibera che cambierà il volto della zona Est della città, nel quartiere di Torre Angela.

La delibera riprende il contenuto del Programma di recupero urbano che risale al 2005 e modificato nel 2010 con il bando cosiddetto delle zone  che ha consentito di modificare la quota di non residenziale in residenziale. L’intervento nel complesso prevede ora una superficie utile lorda pari a mq 119.784 così ripartiti: mq 98.875 a destinazione residenziale , mq 9.888 a destinazione non residenziale , mq 11.000 a destinazione commerciale, per circa 3.000 abitanti.

GiovanniCaudoIl programma comporta la corresponsione del contributo straordinario che si aggiunge a quello già determinato con la Convenzione urbanistica del 2010. Il contributo straordinario è previsto in 52,07 milioni di euro, fermo restando che l’importo definitivo sarà calcolato in sede di rilascio dei permessi a costruire.

Di questi soldi, 33,6 milioni euro saranno destinati alla realizzazione di 18 opere pubbliche a servizio del quartiere, fra queste la riqualificazione di piazza Metope, il centro culturale Torre Angela e la piazza pubblica, l’esproprio del Parco di Torre Angela e la sistemazione del primo lotto del parco, la  cessione delle aree standard di Valle della Piscina, la sistemazione a verde e le piste ciclopedonali, la riqualificazione dei Casali Sbardella, il miglioramento idraulico  del Fosso Tor Tre Teste, i parcheggi per la Metro C e altri parcheggi; 4,3 milioni sono destinati alla costruzione di due scuole, la realizzazione di una condotta idrica; 12 milioni sono destinati allo svincolo del GRA e alle complanari. Le opere viarie sono finanziate per 6 milioni dal Comune di Roma e dall’Anas per 26 milioni 700mila euro.

“Abbiamo autorizzato un nuovo intervento urbanistico, – conclude la nota dell’assessore alla Trasformazione e rigenerazione urbana di Roma Capitale Giovanni Caudo – insieme agli adeguamenti viari sul raccordo anulare, che agevoleranno l’accesso nelle aree già edificate di Torre Angela, ma si realizzano anche un nodo di scambio nella fermata della Metro C. Le case insieme alle infrastrutture”.

Aggiunge Deniele Parrucci (consigliere Centro Democrativo): “Due delibere per la periferia. Sono molto soddisfatto del lavoro svolto in Assemblea capitolina in favore di un quadrante cittadino che merita la giusta attenzione. Penso che sia molto importante programmare la visione ‘alta’ di una nuova città e nel contempo lavorare sulla qualità dei territori e della vita dei cittadini. Nel binario di queste due esigenze, oggi (ieri per chi legge. N.d.r.) abbiamo ottenuto un buon risultato per Tor Bella Monaca e Torre Angela, perché quartieri ben serviti e decorosi abbelliscono Roma e migliorano la vita dei romani. ”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti