Colli Aniene, via Balabanoff: rogo nei depositi rifiuti condominiali

Certa l'origine dolosa dell'incendio in quanto sono ben tre i depositi coinvolti
Antonio Barcella - www.collianiene.org - 26 Maggio 2017

Dopo i roghi alle automobili, ai pub, alle rimesse di veicoli della posta, ecco che arriva il nuovo obiettivo del piromane o dei piromani a Colli Aniene: i cassonetti nei depositi condominiali. È accaduto questa notte intorno alle 2 in una palazzina in via Angelica Balabanoff e la notizia si è presto propagata sui social network.

Vivere in un contesto normale a Colli Aniene sembra diventata un’utopia. La stupidità umana sembra non avere più confini. Forse, solo per avere qualche momento di notorietà si mette a rischio una intera palazzina e i suoi abitanti attraverso gesti vandalici e pericolosi.

Che cosa voleva dimostrare questo incivile con il suo insano gesto? Voleva sfogare la propria frustrazione per attirare l’attenzione generale o è un gesto plateale di protesta verso i disservizi nella gestione dei rifiuti? In entrambi i casi è un gesto da condannare con fermezza e sperare che il responsabile del rogo venga presto individuato dalle forze dell’ordine e assicurato alla giustizia.

I vigili del fuoco sono prontamente intervenuti e, dopo aver spento l’incendio, hanno circoscritto l’area in attesa di effettuare le indagini di rito.

Certa l’origine dolosa del rogo in quanto sono ben tre i depositi condominiali coinvolti nell’incendio. È certamente giusto essere preoccupati ma dobbiamo attendere notizie dagli investigatori senza additare “ragazzi annoiati” o parlare di “ritorsione” senza averne le prove. Se stiamo ai fatti accaduti negli ultimi due anni, a Colli Aniene c’è la presenza di un piromane che non ha ancora un nome e che opera prevalentemente lungo la tratta a ridosso di viale Bardanzellu. È su questo che, secondo il mio parere, dovrebbero concentrarsi le indagini delle forze dell’ordine.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti