Divino Amore, arrestati due truffatori: estorcevano denaro con la “truffa del sorpasso”

L'intervento dei carabinieri mentre i due malviventi, provavano a raggirare un uomo sulla via Ardeatina

Una vera e propria variante della classica truffa dello specchietto: una pietra contro un’auto. La cosiddetta “truffa del sorpasso” è stata messa in atto da due uomini, che hanno tentato di estorcere denaro a un ignaro automobilista. Colti in flagrante nella zona di Divino Amore dai carabinieri della locale stazione, i due truffatori (un 51enne e un 31enne, entrambi italiani e già noti alle forze dell’ordine) sono stati arrestati per tentata truffa aggravata.

Nel dettaglio, i militari della stazione di Divino Amore, durante un servizio di controllo, hanno notato in via Ardeatina due automobili ferme a bordo strada e due individui, conosciuti per precedenti, che discutevano animatamente con un uomo di nazionalità indiana. Intervenuti prontamente, i carabinieri hanno scoperto che i due sospettati stavano accusando l’automobilista di aver causato un inesistente danno alla carrozzeria del loro veicolo.

immagine di repertorio

In particolare, i truffatori avevano approfittato del sorpasso effettuato dall’automobilista straniero, lanciando un piccolo sasso contro la sua auto in corsa, provocando un rumore simile a quello di un urto. Hanno quindi obbligato l’uomo a fermarsi e accostare.

Nel frattempo, uno dei due truffatori, usando un pennarello poi sequestrato dai carabinieri, aveva simulato un danno alla carrozzeria, sulla base del quale avevano richiesto al malcapitato la somma di 400 euro in contanti.

Raccolta la denuncia dell’automobilista, i carabinieri, in accordo con la procura della Repubblica, hanno arrestato i due individui e li hanno successivamente condotti presso il tribunale di Roma, dove l’arresto è stato convalidato.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati