Dopo 42 anni Patrizio “Er Carciofaro” lascia il Mercato Villa Gordiani

Vincenzo Luciani - 21 Luglio 2019
Abitare A Speciale

“Dopo 42 anni…Patrizio “Er Carciofaro” (nella foto è quello con maglietta verde e “parannanza” NdR)…lascia il Mercato Villa Gordiani…qui in foto con gli amici con cui facevo UN CASINO.. la mattina. da sx Paolo, Anna, Pino, Giuliana, Patrizio, Marco, Antonietta e altri amici.. Dajeee!” Il post su facebook è dell’amica Giuliana Cerruto

Confesso che la notizia mi ha sorpreso. Accidenti – mi sono detto – sono passati già 42 anni. Ma soprattutto mi sono rammaricato di essere lontano da Roma e di non aver potuto festeggiare questo evento con una persona per me adorabile e grande nella sua umiltà e amico e sostenitore sincero del nostro giornale fin dall’inizio, nel 1987.

Allora Patrizio gestiva con un socio anche un piccolo negozio in via delle Robinie a Centocelle denominato Music Worker al servizio degli amanti della musica (tante le sue amicizie nel campo). E fu lì che ci incontrammo e poi cementammo la nostra amicizia. E da allora siamo stati compagni di avventura in numerosi eventi di quartiere: carnevali (A Centocelle e a Tor Tre Teste), corse podistiche (la “Corri per il Parco”), reading di poesie, ecc.. Patrizio provvedeva con generosità e disinteresse all’amplificazione e alla soluzione dei problemi tecnici. E ciò è avvenuto con maggiore e minore intensità in tutti questi anni.

Naturalmente, prima spessissimo, e poi un po’ più di rado passavo dal suo banco a Villa Gordiani (i migliori carciofi di Roma!) dove parlavamo di problemi del mercato, di quartiere e di vario genere. Sempre conclusi con un buon caffè e con un sorriso schietto che aiutava entrambi ad andare avanti, nonostante i problemi (quelli non mancano mai).

Ecco questo ed altro mi è passato per la mente guardando questa foto.

Concludo, considerando che sono stato molto fortunato nella mia vita ad aver incontrato persone come Patrizio, umili, disponibili, dotate di molto talento e di esserne tuttora amico sincero.

Ti auguro perciò, anche a nome di Enzo e Rosa ogni bene, carissimo Patrizio!


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti