Effetti collaterali

La tragedia della guerra in vent’anni di foto
di Antonio Scafati - 7 Febbraio 2010

Effetti Collaterali è un viaggio nella Palestina martoriata da due decenni di conflitti: vent’anni di guerra raccontati da vent’anni di fotografie. Betlemme, Gerico, Ramallah, Hebron, Nablus, Gaza sono solo alcuni dei luoghi raccontati per immagini sin dai primi anni Novanta da Gianni Pinnizzotto e dai suoi collaboratori ed ex allievi. Fotoreporter e giornalista, presidente dell’Associazione culturale Graffiti, direttore della Scuola permanente di fotografia e dell’Agenzia fotogiornalistica Graffiti press, Gianni Pinnizzotto nella sua carriera ha realizzato numerosi reportage (in Algeria, in Cambogia, in ex-Jugoslavia, in Myanmar solo per citarne alcuni) trattando i temi della povertà, della guerra e della ricostruzione.

La mostra è un’antologia dell’omonimo libro fotografico Effetti Collaterali, edito da Graffiti. Le immagini, quasi duecento, sono accompagnate da diciotto pagine di interventi e testimonianze di chi ha trascorso parte della propria vita in Palestina, o continua tutt’ora a viverci. Quaranta foto sono state scelte per essere esposte dal 6 al 28 febbraio per metà alla libreria Feltrinelli della Galleria Alberto Sordi e per l’altra metà alla Feltrinelli di viale Libia. Gli scatti testimoniano la prima intifada a cavallo tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90; la seconda intifada nel 2000; la costruzione del muro di separazione, realizzato e più volte modificato tra il 2004 e il 2005; Piombo fuso, l’operazione militare lanciata nella striscia di Gaza dagli israeliani tra il dicembre 2008 e il gennaio 2009. Le foto raccontano gli ultimi anni di storia del Medio Oriente attraverso i grandi fatti di cronaca ma anche ritraendo le piccole e dimenticate tragedie che segnano la vita di tutti i giorni, ricollocando il dramma nella dimensione del quotidiano.

Non è la prima volta che l’agenzia fotogiornalistica Graffiti Press si occupa di raccontare per immagini la Palestina: Effetti Collaterali è già il terzo libro edito su questa regione e sul suo popolo. Il primo, The Land of Palestine, ha vinto il premio come miglior libro di reportage nel 2006 al festival internazionale Orvieto Fotografia.

“Effetti collaterali”; Graffiti, Roma, 2009, pag. 112, euro 35,00


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti