Estate Romana, a Castel Sant’Angelo al via V edizione de “La Girandola”

Venerdì 29 giugno 2012 la rievocazione storica della Girandola di Castel Sant'Angelo dedicata ai 500 anni della Cappella Sistina
Maria Giovanna Tarullo - 26 Giugno 2012

Con il meraviglioso spettacolo pirotecnico della rievocazione storica della Girandola di Castel Sant’Angelo prende il via, venerdì 29 giugno, l’Estate Romana 2012.

In occasione della festa dei Santi Pietro e Paolo, la città di Roma tornerà ad essere illuminata dalle oltre 400 accelerazioni, 600 "candele romane" e "fontane falistranti" che si andranno a creare sopra il cielo di Castel San’Angelo. Un’incantevole momento che i cittadini ed i turisti potranno godersi dai punti di avvistamento del lungotevere Tor di Nona, lungotevere Altoviti, ponte Vittorio Emanuele II, ponte Principe Amedeo Savoia Aosta, ponte Umberto I e via del Banco di Santo Spirito.  

A dare vita a questa tradizione romana il progettista Giuseppe Passeri, che afferma: "La passione per la Girandola è iniziata all’ età’ di 9 anni.  La storia di Roma con i fuochi d’ artificio è intrisa perché fa parte di una cultura di fantasia che ha fatto lezione in tutto il mondo".

Grazie ad un apparato tecnologico che si avvale di centraline radio per l’ accensione dei fuochi, 18 tecnici e un progettista, si darà il via ad uno spettacolo che in passato prevedeva il coinvolgimento di oltre 100 uomini.

L’edizione di quest’anno della manifestazione  sarà dedicata all’ anniversario dei 500 anni dal completamento della volta della Cappella Sistina ad opera di Michelangelo Buonarroti.

"Con questo spettacolo si ha da un lato la riscoperta delle tradizioni popolari, dall’ altro l’ aspetto sacro, – ha detto la Presidenza della Commissione Cultura e Sport di Roma Capitale – infatti la Girandola è’ stata subito dedicata ai patroni di Roma. Una riscoperta delle tradizioni fatta con attenzione particolare alla nuova tecnologia e all’innovazione alla cui base c’ e’ sempre la passione. L’ edizione di quest’ anno assume un doppio significato perchè è dedicata ai 500 anni dal completamento della volta della Cappella Sistina ed è’ anche la volontà di iniziare l’ Estate Romana con un significato diverso".

Anche per l’ assessorato competente siamo davanti a una delle più belle rievocazioni della tradizione romana, una festa che riavvicina la gente alla storia. Sono certo che avrà un riscontro ancora maggiore rispetto allo scorso anno perché c’ é la voglia di esserci da parte di tutti. Daremo davvero l’ avvio a un’ estate romana che sarà ricchissima".

Soddisfatto anche il direttore del Museo Nazionale di Castel Sant’ Angelo " perché se questo spettacolo si affronta nel modo giusto si comprende al meglio anche Castel Sant’ Angelo e il suo ruolo nella storia di Roma".

Adotta Abitare A

Non ci resta che restare con il naso all’insù per ammirare sotto la particolare luce dei fuochi d’artificio la nostra meravigliosa Capitale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti