Eugenio Sonnino: demografia, storia e società

Martedì 25 giugno presso la Biblioteca Nazionale di Roma, si terrà una giornata di studi in suo ricordo a sette anni dalla scomparsa
Redazione - 24 Giugno 2019

Eugenio Sonnino, demografo di fama internazionale e tra i principali protagonisti di studi e ricerche sulla materia, è nato a Roma nel 1938. È stato tra i fondatori della Società Italiana di Demografia Storica (istituto che diresse fra 1984 e il 1991), docente di Demografia Storica presso la Facoltà di Scienze Statistiche dell’Università La Sapienza di Roma e direttore del Centro di studi su Roma (CISR). Nominato presidente onorario della Commissione internazionale per la Demografia Storica in occasione della 20° edizione dell’International Congress of Historical Sciences (CISH) a Sidney, all’attivo del professore ci sono numerosi studi sui fenomeni migratori e sulle popolazioni urbane accolti con grande riscontro anche all’estero.

Martedì 25 giugno presso la Biblioteca Nazionale di Roma, si terrà una giornata di studi in suo ricordo a sette anni dalla scomparsa. L’incontro, dal titolo Eugenio Sonnino: demografia, storia e società, è stato organizzato dalla famiglia Sonnino con la collaborazione di Micol Ferrara, il patrocinio della Comunità ebraica di Roma, del Rettorato della Sapienza Università di Roma, dell’Archivio di Stato di Roma e della Società italiana di demografia storica(SIDeS).

La figura poliedrica dello studioso sarà ricostruita in tre diverse sessioni tematiche, ciascuna dedicata a uno dei suoi principali filoni di ricerca, tutte collegate da un filo conduttore comune, l’interdisciplinarità.
Elemento cardine della giornata sarà la presentazione delle sue carte d’archivio che, grazie al sostegno di Luciana Di Laudadio Sonnino e di Eliseo Sonnino e al contributo scientifico e organizzativo di Micol Ferrara, sono stati acquisiti dalla Biblioteca Nazionale di Roma e riordinati dalla Dott. Maria Rosa Protasi, allieva di Eugenio Sonnino, e dalla Dott.ssa Susanna Passigli, studiosa di Roma, così da poter essere messi a disposizione degli studiosi presso la Sala Manoscritti – Collezioni speciali, all’interno delle collezioni romane. Il materiale sarà disponibile in versione cartacea e in massima parte anche in digitale così che il metodo e il lavoro di Eugenio Sonnino possano essere trasmessi alle future generazioni di ricercatori. Durante il convegno, saranno esposti una selezione di documenti dell’archivio e alcune “testimonianze di vita”.

Per dar conto di tutto il lavoro svolto sarà predisposto un numero monografico, a cura di Micol Ferrara, del “Giornale di Storia”, periodico on line diretto da Marina Caffiero. Parallelamente, sotto il patrocinio della SIDeS, sta per essere pubblicato uno dei lavori a cui Eugenio Sonnino teneva maggiormente: il censimento della Comunità ebraica di Roma del 1868. Per concludere così ciò che era, purtroppo, rimasto incompiuto.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti