Laboratorio Analisi Lepetit

Festa dell’albero al parco di Centocelle e al Pigneto

Il 20 e 21 novembre nel V municipio l'iniziativa di Legambiente
di Alessandro Moriconi - 21 Novembre 2013

festa albero 2013 LegambienteIl 20 novembre 2013 nel parco di Centocelle si è svolta la prima delle due giornate nazionali dedicate agli alberi. Legambiente ne ha fatto una vera e propria festa all’insegna quest’anno dell’accoglienza e della coesione sociale, tanto che a patrocinarla è il Ministro dell’integrazione Cecile Kyenge. Un centinaio di ragazzi in gran parte asiatici hanno seguito con attenzione i progetti che si prefigge Lega Ambiente.

Parole d’ordine semplici che hanno riguardato la tutela del patrimonio arboreo, la riqualificazione del verde urbano, la valorizzazione degli spazi pubblici e non ultimo e secondario, la messa a dimora di nuovi alberi. Un gesto concreto per la biodiversità contro i mutamenti climatici e il dissesto idrogeologico.

festa albero 2013 Legambiente parco centocelle alberoFatti concreti e indispensabili e le tragedie provocate dalle ingenti precipitazioni atmosferiche di questi giorni, sono li ad invocare un cambio di passo e ripensamento rispetto al consumo e alla impermeabilizzazione del suolo.

Il giorno 21 si replica in piazza del Pigneto dove parteciperà anche l’assessore all’Ambiente del Comune di Roma Estella Marino e alcuni istituti comprensivi del Municipio.
Saranno posizionati sulla piazza degli alberi seguendo degli schemi geometrici. Alberi che saranno poi regalati agli studenti che li piantumeranno nelle scuole e negli spazi verdi dei quartieri.

Un album di foto sono sono reperibili sull’account Facebook del circolo Legambiente Città Futura.

L’iniziativa è indubbiamente lodevole e meritevole di essere replicata all’infinito. Tuttavia continue segnalazioni ci parlano di alberature che hanno letteralmente distrutto chilometri di marciapiedi, di alberature che arrivano fin dentro gli appartamenti situati tra il terzo e quarto piano dei palazzi e che arrivano quasi ad annullare l’illuminazione dei lampioni stradali o addirittura e questo è cosa grave ed inaccettabile, di alberature secche o fradicie, pronte a provocare guai seri a persone o cose.
Albero malato via CesatiAlberiVialePrimaveraE’ il caso di via Vincenzo Cesati dove davanti ad un negozio di barbiere c’è un albero con un enorme ramo pronto a cadere in terra, è il caso di viale della Primavera dove, dall’intersezione stradale che va da via delle Albizzie a via dei Glicini, delle alberature impediscono ai passanti di utilizzare una sorta di passetto protetto con parapedonale; è il caso di via Tor de Schiavi, da via dei Gerani a via delle Robinie dove decine di Ligustri che arrivano oltre il terzo piano, entrano nelle case ed impediscono all’illuminazione pubblica di dare sicurezza ai pedoni.

Alberi-ceppovia tor de schiavi alberature dentro casaInsomma, fare la festa dell’albero e piantarne di nuovi così come prescrive la legge 10/2013 (un albero per ogni bambino che nasce) va benissimo ma è altrettanto importante ed imprescindibile fare una corretta e puntuale manutenzione e nel caso di albero malato o pericoloso che venga espiantato (come probabilmente servirà fare in via V. Cesati) per poi piantarne immediatamente di nuovi, insomma niente più monconi di albero sui marciapiedi e nei parchi.

L’albero è il simbolo della natura per eccellenza, lo si mantenga in salute e nel suo massimo splendore.

Adotta Abitare A

 

Nelle foto gli alberi malati di via Cesati, via della Primavera, via Tor de Schiavi


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti