Festeggiato il cinquantennale della polisportiva del Borgo don Bosco di via Prenestina

Il 30 giugno 2015 nel salone d'onore del CONI al Foro Italico
di Danilo Romagnoli - 2 Luglio 2015

Il 30 giugno 2015, presso il salone d’onore del CONI al Foro Italico, si è svolta una cerimonia per celebrare il cinquantesimo anniversario della fondazione della polisportiva del Borgo don Bosco.

A fare gli onori al numeroso gruppo proveniente dal Borgo salesiano di via Prenestina, diverse autorità dello sport nazionale tra le quali Giovanni Malagò, presidente del Coni e Giovanni Petrucci, presidente del basket italiano, l’assessore allo sport di Roma Capitale Paolo Masini, e tanti altri.

Per il Borgo erano presenti il presidente attuale della polisportiva Antonello Assogna, il direttore della casa don Stefano Aspettati, insieme a numerosi atleti ed ex atleti, che tanto hanno fatto per far crescere migliaia di giovani in perfetto stile salesiano.
Oltre al calcio, basket, pallavolo, judo, una menzione particolare va al fondatore della sezione tennis-tavolo, Giovanni Benvenuto che ha guidato il suo settore per 15 anni, oltre ad aver ricoperto ruoli da consigliere nazionale  e promotore di una serie di iniziative che hanno fatto conoscere il Borgo don Bosco in tutta la penisola.
Il tema della mattinata legava lo sport alle periferie, nel quale l’Istituto salesiano di via Prenestina si compenetra perfettamente, essendo da anni impegnato attraverso tanti canali, compreso lo sport, a creare alternative ai rischi di devianze sociali che nelle periferie possono trovare terreno più fertile.
Al termine della cerimonia tutti hanno rivolto un caloroso augurio di altrettanti successi per la polisportiva, i cui padri fondatori (tra cui va annoverato il compianto Manlio Polli), sarebbero orgogliosi di riscontrare oggigiorno il raggiungimento di tanti obbiettivi.
Ecce Vinum

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti