Figliomeni (FDI): allarme su rifiuti e sicurezza

Il consigliere capitolino di Fratelli d’Italia: “E’ emergenza totale”. Degrado e paura. Roma una città fuori controllo

“Un nuovo, vecchio allarme, si ripresenta a Roma. E’ quello dei rifiuti, tanti, troppi, da non saper più come risolvere la situazione nel breve e nel lungo tempo. Per il sindaco Raggi, l’ennesimo segnale negativo dell’operato inefficiente dell’assessore Muraro”. E’ quanto dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia, in merito all’emergenza raccolta rifiuti, con gli impianti di Rocca Cencia e Salario al collasso e con il 20% dei mezzi di raccolta fermi per guasti vari. Va ricordato che nel fine settimana la raccolta rallenta e di conseguenza gli impianti si fermano, il lunedì e il martedì si cerca di recuperare ma purtroppo con i Tmb vicini al collasso, tutto diventa più arduo. “Dopo un’estate vissuta pericolosamente con montagne di rifiuti, topi padroni incontrastati della città, cinghiali al pascolo, cassonetti stracolmi con liquami vari sparsi sulle strade, anche a causa della scelta scellerata sui cassonetti dell’umido, discariche realizzate nei centri urbani, i romani sono stanchi e delusi del sindaco e del suo assessore. Oggi come ieri, potrebbe essere l’ennesima giornata difficile per le strade cittadine. La capitale d’Italia merita di più”.

“Degrado e paura. Roma una città fuori controllo”.

Francesco Figliomeni“Dopo i recenti episodi di una violenza inaudita perpetrati nei confronti di tre donne, che avevo già denunciato nei giorni scorsi, a seguito dei quali avevo già richiesto ufficialmente la convocazione di un consiglio straordinario, mi vedo costretto a tornare nuovamente sull’argomento sicurezza, un tema quanto mai delicato per la città di Roma”. E’ quanto dichiara il consigliere capitolino di Fratelli d’Italia, Francesco Figliomeni, in merito alla pericolosità in cui versa Roma ormai da troppo tempo. Dopo Colle Oppio, Monteverde e Tuscolano, è ora il momento della stazione Termini, luogo di passaggio per frotte di turisti ma anche di italiani, che è diventato uno dei posti più pericolosi della città. Nonostante i controlli attenti delle forze dell’ordine, che pattugliano piazza dei Cinquecento e dintorni, con i loro presidi antiterrorismo, il luogo in questione è quanto mai degradato con gruppi di sbandati che girano indisturbati tra le persone. Domenica notte in una strada limitrofa a Termini, un tunisino è stato massacrato di botte da un peruviano e un ghanese sotto effetto dell’alcol, l’ennesima violenza nel centro della città. “Tra degrado e violenza Roma è diventata una città fuori controllo. E’ evidente  che esiste un problema sicurezza. La giunta Raggi non può più nascondersi, ed è quanto mai necessario che prenda provvedimenti in merito, tenuto conto che il sindaco detiene proprio la delega sicurezza. I romani e non solo, vogliono delle risposte”.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento