Che fine ha fatto il giardino agronomico sull’ex Tangenziale Est?

Il progetto continua a non essere realizzato ed ora rischia il definanziamento dalla Giunta Raggi
Manuel Marchetti - 17 Novembre 2016

Vi ricordate quel progetto, molto intrigante ed abbastanza avanguardista, che riguardava la realizzazione di un giardino agronomico su di un tratto della Tangenziale Est? A distanza di tempo abbiamo deciso di contattare telefonicamente Lorenzo Moncuso (fondatore del comitato cittadini Stazione Tiburtina) per sapere quali sviluppi ci sono stati su questo proponimento. Tuttavia. già all’epoca, quando raccontammo più o meno dettagliatamente la morfologia  di questo cuore verde all’interno della città, vi erano diversi “ostacoli” riguardo la sua realizzazione; ad oggi la situazione non è cambiata molto.

tangenziale

Sig. Moncuso ci può dire come si sta evolvendo la situazione riguardo il progetto del giardino agronomico?

“Purtroppo la situazione è abbastanza ferma. L’Ama ha smesso anche di pulire l’area e l’illuminazione va e viene in questa zona come è già noto. Spesso dobbiamo rientrare a casa la sera con la torcia del cellulare accesa perché altrimenti si fa fatica a vedere. Periodicamente qui la luce stradale va via, senza un apparente motivo e ovviamente siamo noi a subirne le conseguenze. Sul giardino agronomico la novità è che la sindaca Raggi sembra sia fortemente intenzionata a definanziare l’opera. Ci sono dei fondi bloccati per la realizzazione di alcune opere, nello specifico questa che ci interessa, e quei fondi verrebbero sbloccati per pagare dei salari ecc. e questo andrebbe a discapito del progetto. Noi in ogni caso abbiamo organizzato una manifestazione per giovedì 24 novembre 2016, con partenza da Largo Mazzoni alle ore 19:00, per questa serie di motivi.”

Come comitato cittadini siete stati contenti della realizzazione dell’urban garden all’interno della Stazione Tiburtina?

“Mah, quella è una cosa che riguarda prettamente Ferrovie dello Stato e non ha un ‘contatto’ diretto con il contesto urbano, perciò con noi non c’entra nulla. Abbiamo visto che lì nel cortile sono stati messi dei vasi con all’interno delle piante, ma è cosa molto diversa dal giardino agronomico e secondo me rimane un po’ ‘isolato’ dal contesto.”

Per completezza d’informazione siamo andati a scattare qualche fotografia all’urban garden che, come detto in precedenza, è all’interno di un cortile di Stazione Tiburtina.

E’ sicuramente un tocco “green” molto gradevole, all’interno della Stazione Tiburtina, che essendo totalmente nuova assume ancor di più un aspetto moderno che mira al futuro.

Adotta Abitare A

Per quanto riguarda il giardino agronomico e problematiche varie del quartiere vigileremo sulla situazione, continuando a dar voce ai cittadini.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti