Il focolaio del San Raffaele alla Pisana “è impegnativo”

I casi sono ad oggi 93 ma sono "destinati ad aumentare"
Redazione - 12 Giugno 2020

Il 12 giugno la ASL Roma 3 ha dato la notizia che dai tamponi di controllo eseguiti il giorno prima, a distanza di 5 giorni dalla prima tornata di tamponi, sono emersi altri 16 casi positivi presso l’IRCCS San Raffaele di via Pisana.

14 sono pazienti e sono tutti collegabili con i primi pazienti positivi rilevati nella struttura, e due operatori.
I pazienti dell’IRCCS (Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) sono tutti in trasferimento verso l’Istituto Spallanzani ed è stato dato mandato alla struttura San Raffaele di comunicare tempestivamente le informazioni ai famigliari.
I due dipendenti positivi sono un operatore socio-sanitario e un fisioterapista in sorveglianza a domicilio.

Queste notizie sono contenute in una nota del Sistema Sanitario Regionale che prosegue, “è stato possibile individuare questi nuovi positivi grazie ai tamponi di controllo effettuati a tutti i pazienti e gli operatori rimasti nella struttura.

Fresco Market
Fresco Market

Questo focolaio si dimostra impegnativo, ma il sistema dei doppi controlli sta funzionando, grazie alla tempestività degli interventi messi in atto sono stati individuati questi nuovi casi che erano negativi ai tamponi precedenti.

Il focolaio raggiunge così al momento un totale di 93 casi positivi destinati ad aumentare”.

Foto scattata il 9 giugno, ritrae la fila per i tamponi drive in effettuati ai pazienti dimessi dall’Irccs San Raffaele Pisana e ai loro contatti stretti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti