“Fratelli Mattei. Dopo 46 anni ferita ancora aperta. Impossibile dimenticare”

Lo afferma Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia
Redazione - 16 Aprile 2019

«Sono passati quarantasei anni dal tragico assassinio dei fratelli Stefano e Virgilio Mattei, che, in una stagione difficile per l’intero Paese, sono state vittime innocenti di uno dei più efferati episodi che la storia politica italiana ricordi. Questa ferita, ad oggi, non accenna a guarire.

Credo sia doveroso continuare a commemorare la memoria di questi giovani, ignobilmente condannati a morte da militanti di Potere Operaio soltanto perché figli del segretario della sezione del Msi di Primavalle. Credo sia doveroso non dimenticare quanto accaduto, perché solo serbandone la memoria tutto ciò non si ripeterà più».

Così Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia e Vice Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti