Gianicolense: sanzioni alla titolare di in un centro sportivo di via del Casaletto

Per irregolarità riscontrate durante un controllo della Divisione amministrativa della Polizia
Redazione - 4 Settembre 2015

Nel corso della mattinata di ieri, 3 settembre 2015, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Investigativa della Divisione Amministrativa hanno proceduto ad un controllo amministrativo presso un centro sportivo di via del Casaletto.

“Durante l’attività di controllo- si legge nel comunicato stampa diffuso dalla Questura di Roma – sono stati ascoltati 3 dipendenti, risultati privi di regolare contratto di assunzione e per i quali saranno inviate apposite schede dichiarative alla competente Direzione Territoriale  del Lavoro.

Nel corso del controllo, eseguito unitamente a personale del Corpo Polizia Provinciale di Roma e personale della ASL RM C, sono stati sequestrati alcuni alimenti, poiché alcuni cibi sono risultati congelati e scaduti ed altri privi di etichettatura.

Nel menù,  messo a disposizione dei clienti non era peraltro indicata la presenza di prodotti surgelati. Altresì, durante l’ispezione, sono emersi gravi irregolarità in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro per la presenza di 3 estintori  di cui due scaduti nel mese di novembre 2011 ed un altro privo di targhetta.

Il locale cucina è risultato dotato di punti cottura e friggitrici a gas privi di cappa aspirante per il quale procederà personale della Polizia Provinciale.”

“La titolare, – conclude il comunicato – è stata invitata presso gli uffici della Questura, al fine di produrre la documentazione mancante all’atto del controllo, dichiarando comunque di non essere in possesso della prescritta voltura della SCIA per la somministrazione di alimenti e bevande. Pertanto, nei confronti della stessa saranno elevate sanzioni amministrative per le mancanze rilevate (SCIA somministrazione e ristorazione, vendita settore alimentare senza SCIA , mancanza della SCIA Sanitaria), nonchè per il locale cucina in scarse condizioni igieniche e presenza di impianti elettrici fatiscenti e pericolosi. In merito alle omissione della L. 81/08 verra’ informato il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco per quanto di specifica competenza, nonché l’ufficio della ASL RM C, il quale sul posto ha provveduto ad eseguire specifici controlli sull’acqua della piscina.”

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti