Giornata della Memoria: tante le iniziative on line, anche per i più giovani, per non dimenticare

Dall’incontro in streaming con Samuel Modiano, sopravvissuto ad Auschwitz, alla passeggiata “virtuale” tra le “pietre d’inciampo” del V Municipio
Ambra Di Chio - 25 Gennaio 2021

Ogni anno, in molti Paesi del mondo, il 27 gennaio viene celebrata la Giornata della Memoria: una ricorrenza che è stata istituita nel 2005 dall’ONU, per commemorare tutte le vittime dell’Olocausto. La scelta di questa data non è affatto causale, in quanto proprio il 27 gennaio del 1945 le truppe sovietiche liberarono il campo di concentramento di Auschwitz, dove oltre 1 milione di deportati trovò la morte. A causa dell’emergenza sanitaria, quest’anno molte delle iniziative in programma saranno fruibili on line.

La Verdi Jazz Orchestra di Milano, diretta da Pino Jodice, ha interpretato per l’occasione una serie di colonne sonore dedicate all’Olocausto, scritte da Ennio Morricone. L’evento, denominato “Note per la Shoah”, rappresenta uno dei tanti appuntamenti promossi dal capoluogo lombardo e sarà trasmesso il 27 gennaio sia sulla pagina Facebook del Conservatorio di Milano (alle ore 21.00) che sul piccolo schermo (alle ore 20.45 nel corso del programma Visioni su Rai 5). Le musiche saranno accompagnate dalla lettura, da parte dell’attore e musicista Peppe Servillo, di alcuni testi curati dallo storico Claudio Vercelli.

Tra i vari appuntamenti promossi dalla Capitale, segnaliamo due iniziative realizzate ad hoc per le giovani generazioni. La mattina del 27 gennaio gli studenti di tutte le scuole d’Italia, collegandosi alla pagina Facebook della Comunità Ebraica di Roma, potranno incontrare virtualmente Samuel Modiano, sopravvissuto al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau dove fu deportato all’età di 14 anni insieme alla sua famiglia. Modiano, classe 1930, ha dedicato la sua vita a raccontare ai ragazzi gli orrori di cui fu diretto testimone e la sua drammatica esperienza è stata anche narrata nel documentario “Tutto davanti a questi occhi” (2018), scritto e diretto da Walter Veltroni. Nel 2020 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella gli ha reso omaggio, nominandolo Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana.

Giovedì 28 gennaio, alle ore 11.00, si svolgerà invece sulla piattaforma Teams la videoconferenza “Inciampi nella Memoria” con gli studenti del V Municipio. Stefania Ficacci, ricercatrice di Storia Contemporanea, accompagnerà i ragazzi in una passeggiata virtuale attraverso le strade del territorio del V Municipio, per mostrare loro le cosiddette “pietre d’inciampo”, vale a dire piccoli blocchi di pietra ricoperti da una lastra di ottone su cui sono incisi i dati delle vittime dei rastrellamenti (nome, anno di nascita e di morte, data e luogo di deportazione) che vengono posti simbolicamente davanti alle loro abitazioni.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti