Gli “Amici del Parco” tornano nelle Catacombe dei Santi Marcellino e Pietro

Domenica 15 novembre una nuova visita per far conoscere a più persone possibile le bellezze del V municipio
di M.G.T - 15 Novembre 2015

Dopo il successo della prima visita nel febbraio 2015, l’Associazione “Amici del Parco” domenica 15 novembre ha permesso ai cittadini – nuovamente – di poter scoprire le bellezze sotterranee del V municipio entrando nelle Catacombe dei Santi Marcellino e Pietro.

Due i gruppi, in visita alle ore 10 e 11, formati da adulti e ragazzi scesi nelle catacombe dopo aver ascoltato con estremo interesse l’introduzione dettagliata e ricca di aneddoti dell’archeologa dell’Associazione Culturale “Omnia Urbes” Olga Di Cagno sui resti monumentali che si trovano sul nostro territorio: dal Parco di Centocelle e alle ville imperiali, alla Villa De Sanctis, al Mausoleo di S. Elena fino alle catacombe stesse il cui ingresso è posto proprio in prossimità della tomba monumentale dedicata alla madre dell’imperatore Costantino.

Ad accompagnare i visitatori all’interno delle Catacombe dei Santi Marcellino e Pietro la prof.ssa e storico dell’Arte Angela Di Curzio che, da brava padrona di casa con grande competenza, gentilezza e serenità, ha reso godibile la visita in un luogo di suggestiva atmosfera. La Di Curzio, infatti, seguendo passo passo i cittadini ed illustrando con un linguaggio alla portata di tutti gli scopi e le funzioni delle catacombe, i significati e le simbologie racchiusi nei numerosi dipinti presenti nel dedalo delle catacombe.

Tanta la curiosità dei partecipanti che hanno avanzato domande su usi e costumi delle antiche popolazioni, intervallate da diversi momenti di stupore per la bellezza delle decorazioni presenti. Molte persone hanno manifestato la voglia di ritornare con amici e familiari per far conoscere loro quanto visto sotto terra. E’ importante, infatti, ricordare che per amare il proprio territorio bisogna prima conoscerlo.

Le catacombe dei Santi Marcellino e Pietro (dedicate ai due martiri, di cui uno presbitero ed uno esorcista, morti intorno al 304 d.C., presumibilmente per decapitazione) sono le terze per estensione, dopo quelle di S. Callisto e Santa Domitilla. Comprendono infatti un’area di oltre 18.000 metri quadrati e racchiudono un dedalo sotterraneo di cunicoli e gallerie che si articolano su due livelli. Sono le catacombe che hanno in assoluto al mondo il maggior numero di pitture. Se ne contano addirittura 500.

Info e prenotazioni: 3396528887 – email santimarcellinoepietro@gmail.com – www.santimarcellinoepietro.it

Corsi di archeologia e storia dell’arte

Stanno per prendere il via i corsi di archeologia e storia dell’arte “Conosciamo il territorio del V municipio”,  con visite guidate nel percorso della via Francigena da Porta Maggiore alla città di Gabi, organizzato dall’associazione culturale “Ars Ludica” in collaborazione con “Periferie” “Omnia Urbes” ed “Amici del Parco”.

I partecipanti avranno la possibilità grazie alla presenza di archeologi e storici dell’arte di visitare e conoscere le ricchezze custodite nei quartieri della periferia. Ogni itinerario verrà svolto con l’ausilio di un “Artebus” e di una guida.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti