Grande festa natalizia al Palalevante a Colli Aniene

Organizzata, come da tradizione, dal dottor Francesco Bracci
Henos Palmisano - 27 Dicembre 2018

Grande successo della festa di Natale e pubblico delle grandi occ<asioni al Palalevante a Colli Aniene domenica 16 dicembre 2018, organizzata, come da tradizione, dal dottor Francesco Bracci.

Cosa c’è di più bello che godersi in panciolle la meritata pensione, dopo decenni di studi, turni, litigate, continue preoccupazioni? La pensione, meta sognata per tanti lavoratori (argomento tra i più gettonati e discussi alla Camera ed al Senato), è per il dottor Bracci una opportunità per far del bene alle persone più indigenti e per togliere dalla “strada” ragazzi e ragazzine.
Il dottor Bracci, una volta andato in pensione, ha pensato bene di continuare quella festa ideata 30 anni fa nella prestigiosa Sala Assunta del  Fatebenefratelli dell’isola TIberina.
Ma il problema era: dove riorganizzare un tale evento?
Grazie all’aiuto della Città Metropolitana di Roma, nel 2010, Francesco Bracci è riuscito a costruire il Palalevante in una zona periferica di Roma: Colli Aniene.
Questa bella e grande struttura di mattina è utilizzata come palestra per l’istituto Benedetto Croce, di pomeriggio viene utilizzata per attività sportive quali basket, arti marziali, volley, calcetto sia femminile che maschile, pallamano.

La Festa del 16 dicembre: bellissima, piena di artisti, musica, sketch umoristici, tutti sapientemente diretti e presentati da un poliedrico Alessandro Di Carlo.
Menzionare le qualità e le performance dei cantanti, attori, cabarettisti, musicisti, ci vorrebbero numerose pagine di Abitare A Roma, quindi per non incorrere nelle ire del Direttore, valga innanzitutto la citazione del simpaticissimo Tony Santagata (pseudonimo di Antonio Morese), che si è esibito nel suo repertorio storico con una energia di un ventenne. Ma vogliamo citare anche: Sebastiano Somma, Ninetto Davoli, Jonis, Stefano Borgia, Nino Taranto, Antonio Giuliani, Mario Castelnuovo, Giulio Todrani (ma forse ne dimentichiamo qualcuno), i quali tutti hanno contribuito al successo della grande festa.

In conclusione un piccolo aneddoto. Al Padre Generale del Fatebenefratelli che chiedeva al dottor Francesco Bracci come mai continuasse a fare il medico anche dopo il pensionamento, la risposta è stata: fare il medico è una missione, esattamente come fare il prete, non si va mai in pensione.

Henos Palmisano


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti