“IdropuliAmo Roma”, il crowfunding del gruppo Retake Appio Tuscolano

L’iniziativa punta a raccogliere 1500 euro per il recupero e gli interventi da realizzarsi all’interno del VII Municipio
di Gabriele Cruciata - 19 maggio 2015

Dal 18 maggio è partito “IdropuliAmo Roma”, il crowdfunding del gruppo Retake Appio Tuscolano. L’iniziativa punta a raccogliere 1500 euro per il recupero e gli interventi da realizzarsi all’interno del VII Municipio, e sarà attiva fino al 26 giugno. Solo nei primi due giorni di raccolta fondi la cittadinanza ha reso disponibili più di 500 euro.

retake appioRetake è un movimento di volontari che – raschietto alla mano – vuole restituire alla città di Roma le zone maggiormente deturpate da scritte, adesivi, immondizia e sterpaglie. I volontari raschiano, ridipingono, spazzano, potano e piantano, con l’intento di “promuovere il decoro urbano, l’orgoglio civico, il volontariato, l’educazione e la street art legale.

“Il gruppo è organizzato in nuclei operativi di quartiere, e agisce su volontà autonoma o dietro segnalazione dei residenti. I volontari hanno per lo più un’età compresa tra i 20 e i 35 anni, anche se non mancano le eccezioni di retaker “senior” o “junior”. Retake Roma ha più volte operato al fianco delle istituzioni locali e in cooperazione con artisti e gruppi scout, così da consentire anche una sensibilizzazione delle fasce più giovani della popolazione al problema del degrado urbano.

In particolare, il gruppo Retake Appio Tuscolano è entrato in azione presso le scuole “A. De Curtis”, “R. Levi Montalcini” e “G. Verdi”, diverse stazioni della Metro A e in alcune porzioni dei grandi parchi che arricchiscono il territorio del VII Municipio.

“IdropuliAmo” vuole raccogliere i fondi per l’acquisto di alcuni mezzi necessari al miglioramento degli interventi dei volontari: tra di essi compaiono anche un decespugliatore e un’idropulitrice. Il gruppo ha previsto acquisti ulteriori anche nell’eventualità in cui il budget raccolto dovesse superare quello dei 1500 euro richiesti. Ogni ulteriore dettaglio sull’iniziativa e sul gruppo zonale di Retake è disponibile qui.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti