“Il Maggio dei Libri” alla Coop di Colli Aniene con la musica degli allievi della Scuola di Musica “Anton Rubinstein”

Il 22 maggio, dalle 10 alle 13, in tre postazioni strategiche tra gli scaffali di largo Franchellucci
di Federico Carabetta - 19 Maggio 2015

“Leggere fa crescere”: è questo lo spirito de Il Maggio dei Libri, la campagna nazionale nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile. La campagna, promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori, ha preso il via il 23 aprile in coincidenza con la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore promossa dall’UNESCO e durerà fino a tutto maggio.

maggio dei libriAd accompagnare le letture ad alta voce declamate dagli attori tra gli scaffali della Coop di largo Franchellucci a Colli Aniene ci saranno anche gli allievi della vicina scuola di Musica “Anton Rubinstein” diretta dalla pianista Sara Matteo che prepara bambini e adulti al mondo della musica. Un modo diverso ed originale, questo inventato dalla Coop, fuori da ogni contesto canonico per avvicinare tutti i consumatori ai nuovi orizzonti della lettura.

La denominazione scelta per la campagna, Il Maggio dei Libri, pone l’accento su un mese che nella tradizione popolare italiana è legato alle feste per il risveglio della natura e richiama l’idea di crescita e maturazione, ma anche di allegria e di piacere: tutti concetti che vogliamo veicolare attraverso la campagna come collegati alla lettura.

Libro come amico, partner, compagno di vita, dunque: lo scopo della campagna, infatti, è quello di portarlo tra la gente, distribuirlo, farlo conoscere, connotandolo di un forte valore sociale e affettivo. E favorire così l’abitudine alla lettura. Il libro, quindi, esce dal suo contesto abituale e dilaga sul territorio: dalle grandi città ai piccoli centri, regioni, province, comuni, scuole, biblioteche, associazioni culturali, case editrici, librerie, circoli di lettori, promuoveranno iniziative per intercettare anche persone che di solito non leggono.

Il tutto condito di buona musica dal vivo, quella fatta con le mani, impastata di quotidianità e di felicità per la scoperta di nuovi accordi, di nuove sonorità. Appuntamento per il 22 maggio, dalle ore 10 alle 13, in tre postazioni strategiche tra gli scaffali che sanno di frutta, di pane, di pulito.

La Sposa di Maria Pia

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti