Il Piper Club compie 50 anni

Il 17 febbraio i fratelli Bornigia celebrano con una festa speciale il successo dello storico locale di via Tagliamento
Redazione - 17 Febbraio 2015

Era il 17 febbraio del 1965 quando Giancarlo Bornigia e Alberigo Crocetta decisero di dare vita a quello che sarebbe stato il tempio del beat, lanciando personaggi entrati poi a far parte dell’olimpo della musica italiana.

E’ lo storico Piper Club che quest’anno festeggia mezzo secolo di storia indissolubilmente legata a quella italiana, al costume e alla musica del bel paese.

piper50Per celebrare il secondo locale più antico d’Europa, il più longevo insieme al Cavern di Liverpool, i fratelli Bornigia – figli del suo fondatore e attuali gestori del locale – hanno deciso di regalare a Roma una serata evento gratuita, in cui ripercorrere attraverso immagini inedite, musica live e dj set, la storia del Piper Club.

Martedì 17 febbraio il locale di via Tagliamento aprirà le sue porte a vecchie e nuove generazioni per ripercorrere le tappe di cinquantanni di successi.

piper

La serata si aprirà a partire dalle 22.00 con la proiezione delle immagini del locale dagli anni sessanta a oggi, messe a disposizione per l’occasione dalla Rai.

“Siamo onorati di aver avuto l’adesione della RAI – hanno dichiarato i fratelli Bornigia – la strada percorsa insieme è stata lunga e la Radio Televisione Italiana l’ha testimoniata fin dall’inizio condividendo artisti e raccontando agli italiani che cosa succedeva in quelle quattro mura sotterranee dove sono passati da David Bowie ai Pink Floyd, da Patty Pravo a Renato Zero”.

patty-pravo_piper

Patty Pravo

La Sposa di Maria Pia
Renato Zero

Renato Zero

Poi, dalle 22.30, spettacolo live “C’era una volta il Piper”.
Un viaggio all’insegna della musica, in cui un’orchestra di 9 elementi accompagnerà sul palco giovani cantanti in un cronologico e appassionante susseguirsi di successi, alternati ai fatti di cronaca che hanno caratterizzato lo scorrere di questi 50 anni (oltre alla musica).

Tutto sotto la guida di un direttore d’orchestra d’eccezione, Alberto Laurenti, con Angelo Anastasio e Memè Zumbo alle chitarre, Enrico Lotterini alle tastiere e violino, Simone Ceracchi al basso, Chicco Careddu alla batteria, Paulo La Rosa alle percussioni, Renato Vecchio al Sax e Antonino Vitali alla tromba.

A partire dalle 00.30 poi, spazio al Dj set Twist and Shout, per ballare sulle note dei grandi must degli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta.

La serata è a ingresso gratuito. Info: www.piperclub.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti