Il problema delle prostitute sulla Togliatti è sempre più… vicino al Municipio

Ma non la sua soluzione. Non si registrano provvedimenti in merito sia da parte del V che delle forze dell'ordine
Alessandro Moriconi - 9 Ottobre 2015

Visto anche che sul tema della presenza della prostituzione e del consumo di sesso a pagamento nell’intero arco della giornata e in ogni anfratto che offre viale Palmiro Togliatti, via G. Perlasca, via Severini e dello spettacolo poco edificante che vede decine di prostitute seminude mostrarsi a migliaia di automobilisti e a centinaia di studenti del vicino Istituto Giorgi nella speranza che qualcuno si avvalga delle proprie prestazioni, nessuno e diciamo proprio nessuno, ha neppure provato a muovere un dito per cercare di stroncare una attività, che sarà pure la più antica del mondo, ma che non può assolutamente ridicolizzare le istituzioni e le forze dell’ordine.

A nulla sono servite le denunce e le segnalazioni fatte dagli organi da stampa locali e a nulla sono serviti gli impegni assunti in tal senso da parte del Prefetto Franco Gabrielli durante i due incontri che ha avuto con associazioni, comitati e cittadini nella sede del Municipio Roma V in via G. Perlasca, dove un cittadino lo ha anche invitato a venire più spesso in quanto aveva notato che la sola presenza del prefetto costituiva un deterrente eccezionale, capace di far sparire totalmente le prostitute dalla strada.

Giorno dopo giorno le “Lucciole” che come detto brillano h24, si sono fatte sempre più ardite e ormai sono arrivate a fare sesso in camere da letto improvvisate realizzate a pochi metri dall’ingresso della sede politica del Municipio Roma V e a pochi centimetri dalla scuola Giorgi oltre che dal cantiere.

Cosa intendono fare il Municipio Roma V e le forze dell’ordine preposte al controllo del territorio rimane un mistero, ma il nulla contribuirà solamente a farne aumentare il numero di addette e clienti.

Serenella

Commenti

  Commenti: 3


  1. Che male fanno le prostitute maggiorenni e consenzienti ed i loro clienti sulle strade, se non compiono intralcio al traffico, sporcizia e/o atti osceni sotto la vista pubblica? Basta con questa assurda “Meretriciofobia”.


    • A POCHI CENTIMETRI DALLA SCUOLA GIORGI, anche negli orari di apertura!!
      Anche se non dovessero intralciare fanno degrado.
      Sono troppe.
      Soprattutto di giorno è inaccettabile, in molti quando guidiamo abbiamo i bambini con noi

      • antonio pietrosanti


        Qualcuno si distrae e provoca anche incidenti ecc ecc . ma se la prostituzione non è un reato e i nostri parlamentari non trovano una soluzione con chi ce la prendiamo ? Con le forze dell’ ordine e i “consiglieri municipali”. Moriconi smetti di fare demagogia politica di basso profilo , ogni volta che leggo un articolo mi devo in…..

Commenti