Il sangue è uguale per tutti

Il 25 luglio, una raccolta di sangue straordinaria rivolta agli stranieri presenti a Roma
Enzo Luciani - 20 Luglio 2008

Mancano ancora ventimila sacche di sangue. Torna l’estate e come tutti gli anni si torna a fare i conti con la carenza ematica, soprattutto nel Lazio, una delle regioni più allertate dalla grave carenza di sangue tra le corsie degli ospedali.

Succede al Policlinico Umberto I e al San Camillo di Monteverde, per citare due dei maggiori centri di raccolta per la Capitale. Ma la situazione è drammatica anche al Pertini e al San Giovanni.

Secondo il dottor Carlo De Santis, coordinatore delle attività trasfusionali del Lazio "il problema è ancora maggiore perché anche in quelle regioni come Toscana e Lombardia che ci sono venute sempre in soccorso, le scorte languono".

Fresco Market
Fresco Market

Per raggiungere l’autosufficienza occorrerebbe che ogni donatore abituale (circa 80mila nel territorio) donasse il sangue due volte all’anno e non una sola".

Per contribuire a risolvere questo problema L’Avis Regionale Lazio ha ideato e realizzato una campagna interculturale che coinvolgerà la regione nel periodo di luglio ed agosto 2008.

All’interno della campagna sarà organizzata, per il prossimo 25 luglio, una raccolta di sangue straordinaria rivolta agli stranieri presenti a Roma.

Il messaggio lanciato attraverso la campagna e la giornata di raccolta straordinaria del 25 luglio è che “il sangue è uguale per tutti”. Un messaggio tradotto nelle 11 lingue delle comunità straniere più numerose presenti in Italia. La campagna vuole, infatti, coinvolgere anche i cittadini stranieri che vivono a Roma e che hanno il diritto, anche attraverso un gesto di donazione, di sentirsi parte del paese in cui vivono.

L’ appuntamento per il 25 luglio in Piazza Santa Croce in Gerusalemme, dove sarà possibile donare dalle ore 8.00 fino alle ore 11.30. Fino alle ore 13.00 saranno presenti operatori dell’AVIS Regionale Lazio che distribuiranno materiale informativo sulla donazione, oltre a gadgets realizzati appositamente per la campagna Il sangue è uguale per tutti. L’iniziativa è realizzata con AMSI – Associazione Medici Stranieri in Italia, IRFI – Italia Romania Futuro Insieme e Anolf – Associazione Nazionale Oltre le Frontiere, associazioni che si sono impegnate nella diffusione dell’iniziativa presso i potenziali donatori stranieri.

"Sarà una mattinata – assicura l’Avis – all’insegna dell’intercultura, una gara di solidarietà, un’occasione per creare positive esperienze di reale integrazione. Ci auguriamo una piazza in cui persone di diversi paesi siano unite da un obiettivo comune, un gesto di solidarietà".

La campagna interculturale “il sangue e’ uguale per tutti” è stata realizzata con il patrocinio dell’Assessorato alla Sanità della Regione Lazio, ed in collaborazione con Upter – Università Popolare di Roma; AMSI – Associazione Medici Stranieri in Italia; IRFI – Italia Romania Futuro Insieme ed Anolf – Associazione Nazionale Oltre le Frontiere.

Per informazioni

Tel. 328.5812654

lazio@avis.it

www.avislazio.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti