Immigrazione e integrazione. Parliamone

Il 21 novembre 2019 a Roma Torre Maura, presso i locali parrocchiali di Via della Cicogna 2, una tavola rotonda sul tema
D. C. - 20 Novembre 2019

Accogliendo da sempre le proposte di lavorare in sinergia sul territorio su argomenti socialmente importanti, è stato immediato aderire con interesse, insieme alla Parrocchia di S. Giovanni Leonardi a Torre Maura, alla proposta di “EsseGiElle Cooperazione Internazionale”, che il prossimo 21 novembre a Roma, proprio presso i locali parrocchiali di Via della Cicogna 2, terrà una tavola rotonda sul tema dell’immigrazione e dell’integrazione.
L’incontro, proposto dalla EsseGiElle coop. Inter., una ONG che si batte da ormai quasi trent’anni per la diffusione e promozione di una cultura basata sui valori del dialogo e della solidarietà tra i popoli, vuole essere un motivo di confronto con la cittadinanza attiva di Roma ed in particolare di uno dei quartieri appartenenti al Municipio VI, tra i più popolosi della città e più ricco di cittadini stranieri. Verranno messe insieme esperienze diverse, raccontate da realtà diverse (istituzionali e non), ma con un comune obiettivo: QUELLO DI GUARDARE AI MIGRANTI COME AD UNA RISORSA E NON COME AD UN OSTACOLO.
Accoglienza, inclusione, condivisione, convivenza, cittadinanza sono le parole-chiave su cui verterà la tavola rotonda. Valori che oggi è necessario riaffermare, in una città aperta e accogliente come Roma, che ha sempre voluto offrire un’opportunità a chiunque vi arrivasse, da vicino o da lontano, ma che a volte dimentica troppo facilmente. Oggi più che mai è necessario un costante e faticoso lavoro di corretta informazione su questi argomenti. Noi tutti siamo chiamati a dare un segnale: tornare ad accogliere e ad integrare, sensibilizzando la società sull’educazione all’intercultura e sul rispetto delle diversità. In un Occidente sempre più chiuso in se stesso, bisogna far riemergere la vocazione di questa città alla non chiusura verso l’altro, nella piena consapevolezza che un altro mondo, più equo e più umano, è possibile.
In questo specifico settore del sociale, la “EsseGiElle” ha proprio la missione di favorire questo dialogo all’intercultura in due modi: sul territorio, promuovendo iniziative di informazione e sensibilizzazione sulla cooperazione e sulla solidarietà, all’estero, realizzando progetti volti all’autorealizzazione delle comunità locali.
Da diversi anni è impegnata in Nigeria, dove al momento sono attivi due progetti di cooperazione allo sviluppo in particolare nel settore agro-alimentare, dell’istruzione e della sanità.
Consapevoli che soltanto la riflessione e le azioni comuni possano condurre a pratiche di cooperazione più efficaci, la speranza è che iniziative come questa aiutino a diffondere e formare cittadini in prospettiva interculturale, specialmente tra le nuove generazioni, per avere la speranza di un futuro possibile.

 

D. C.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti