Dar Ciriola asporto

Incendio all’ex hotel Eurostar in via Prenestina

Sabato 10 novembre 2018: 10 i feriti soccorsi dal 118 in codice giallo per intossicazione e vari traumi. Figliomeni (FDI): Si poteva evitare
Redazione - 10 Novembre 2018

Dalle prime ore dell’alba del 10 novembre 2018 presso l’ex hotel Eurostar, stabile occupato in via Prenestina 944, si è sviluppato un incendio che ha provocato 10 feriti.

I feriti (tra cui due minori), soccorsi dall’Ares 118, hanno riportato vari traumi e intossicazioni e sono stati trasportati in codice giallo presso gli ospedali: Vannini, Bambino Gesù, San Giovanni, Casilino e Tor Vergata.

“Voglio ringraziare gli operatori per il tempestivo intervento – ha commentato l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato – la rete dell’emergenza ha saputo fornire una risposta immediata scongiurato conseguenze peggiori”.

“Il terribile incendio accaduto questa mattina nell’ex hotel Eurostar di via Prenestina, occupato alcuni anni fa soprattutto da immigrati clandestini, poteva essere tranquillamente evitato se le Istituzioni locali e nazionali avessero provveduto a sgomberarlo tempestivamente. E certamente non ci sarebbero state le scene di panico che hanno causato diversi feriti, tra cui alcuni bambini. Non si può continuare a tollerare che questi edifici continuino ad essere dei luoghi molto pericolosi sia per coloro che vi risiedono sia per la popolazione che abita nelle vicinanze e che è costretta a subire le situazioni di diffusa illegalità e degrado”. Lo dichiarano, in una nota congiunta, gli esponenti di Fratelli d’Italia, Francesco Figliomeni vice presidente dell’Assemblea Capitolina, Marco Sabbatani Schiuma e Daniele Rinaldi, rispettivamente capogruppo e coordinatore in V Municipio.

“Come dimostra anche il recente caso della tragedia della povera Desirée Mariottini – aggiungono – lasciata morire nell’immobile occupato a San Lorenzo, lo Stato non può continuare a restare inerme e far finta di niente aspettando nuove tragedie che a volte sono anche riconducibili allo spaccio di droga, a stupri e ad altre forme di violenza. Chiediamo per l’ennesima volta alla Giunta grillina ed al Ministero dell’Interno, guidato dalla Lega Nord, di smetterla con gli annunci da campagna elettorale e di attivarsi per far sgomberare questi edifici occupati che continuano a rappresentare luoghi di pericolo e di degrado inaccettabile. Chi ha la responsabilità di amministrare a livello locale e di governare a livello nazionale deve farlo con azioni concrete e non con le chiacchiere”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti