Inizia con un sorriso la stagione teatrale al Teatro degli Audaci

In scena la celebre commedia di Neil Simon "Rumors"
Manuel Marchetti - 6 Gennaio 2017

Inizia in maniera brillante la stagione teatrale al Teatro degli Audaci. Il primo spettacolo dell’anno è “Rumors” di Neil Simon, una commedia molto nota interpretata notevolmente dalla Compagnia degli Audaci (Flavio De Paola,Maria Cristina Gionta, Emiliano Ottaviani, Giuseppe Abramo, Alessia Di Fusco, Stefano Centore, Annamaria Fittipaldi, Marina Pedinotti).

“Rumors”, in inglese “pettegolezzi”, racconta la vicenda di quattro coppie della medio/alta borghesia, che si riuniscono a casa del vicesindaco di New York (Charley Brock) per festeggiare il decimo anniversario del suo matrimonio. I primi invitati che giungono, un avvocato e la moglie, scoprono che è esploso un colpo di pistola. Il padrone di casa è chiuso in camera sua, perde sangue da un orecchio e forse ha tentato il suicidio, la moglie è scomparsa e così anche la servitù. Scatta subito un obbligo: non dire niente a nessuno per evitare gli scandali e soprattutto la perdita dei privilegi dovuti alla complice amicizia col vicesindaco. Così, in un incalzante ritmo condito da esilaranti equivoci, tra bugie, imbrogli ed invenzioni, la storia, o meglio la “farsa” come la definisce lo stesso autore, si dipana con toni ironici e paradossali fino ad arrivare alle sorprese conclusive.

“Ho scelto questa commedia – asserisce l’ormai noto direttore artistico Flavio De Paola – per essere in tema con l’attuale situazione in cui viviamo…siamo tutti circondati da “pettegolezzi”, ma allo stesso tempo ho deciso di mettere sul palcoscenico questo testo proprio per iniziare il nuovo anno con una sana risata e tanto divertimento”. Lo spettacolo andrà in scena fino al 22 gennaio e per tutte le informazioni basterà collegarsi al sito www.teatrodegliaudaci.it

Avevamo già seguito “Il nome della rosa”, sempre a cura di Flavio De Paola, e riuscimmo ad avere un’intervista in esclusiva dove constatammo che il territorio, in quella zona, aveva un notevole bisogno di attività ricreative, visto che ne è sprovvisto. Oltre il centro commerciale Porta di Roma non vi è un’ampia scelta a favore del cittadino. Confermiamo le nostre prime impressioni, nel Teatro degli Audaci c’è l’amore verso questa attività e ci si crede fino in fondo. Viene visto come una necessità e non come uno sfizio. Lo stesso De Paola anche ieri ha concluso lo spettacolo ribadendo la sua idea: “non vi è civiltà senza teatro.” E’ tutto molto bello. E’ tutto molto vero.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti