Sport Incontro tutto per lo sport

Innovazione e rilancio del territorio. Il Kant è la scuola di domani

Consegnata la targa che riconosce l’istituto scuola Mab
Camilla Dionisi - 13 Luglio 2021

La formazione in Italia ha un nuovo polo d’eccellenza: il Liceo Classico e Linguistico Immanuel Kant. La “certificazione” è arrivata nei giorni scorsi grazie alla consegna della Targa che riconosce l’Istituto di Piazza Zambeccari, Scuola Mab, ovvero uno dei punti di riferimento di un progetto nazionale che ha l’obiettivo di definire nuovi format CBL (Challenge Based Learning) per studenti delle scuole di ogni ordine e grado nel campo della didattica outdoor, al fine di favorire la conoscenza della geografia dei luoghi e del patrimonio culturale.

Ad oggi la rete coinvolge 41 Teacher Trainer che negli ultimi mesi hanno formato più di 150 docenti provenienti da circa 120 scuole sparse su tutto il territorio nazionale, tra cui il Liceo di TorPignattara. Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato dalla Teacher Trainer, prof.ssa Laura Ranchelli, alla Dirigente Scolastica, Elisabetta Durantini, e alla Teacher Guide, prof.ssa Raffaella Catallo. L’edizione Mab 2021 ha visto protagonisti i ragazzi della 4B del Liceo Classico, Iulia Capusta, Beatrice Corso, Francesca Garcovich, Valentina Iacovelli, Damiano Pullano, Arianna Salciccia, Valeria Rea, Davide Sirti, che hanno progettato un intervento mirato a “curare le ferite del territorio”.

Inizialmente il gruppo ha mappato l’area circostante al plesso scolastico “passeggiando” lungo le strade adiacenti e pensando ad una riqualificazione del quartiere, così come al Comprensorio Archeologico Ad Duas Lauros e all’Acquedotto Alessandrino. Si sono avvalsi del supporto del Presidente dell’Associazione Ecomuseo Casilino ad Duas Lauros Claudio Gnessi e di Claudio Oroni, Responsabile dell’Animazione Interculturale per ASCS Casa Scalabrini 634, per raccogliere elementi utili ad arricchire il loro punto di vista e a trasformare concretamente la complessa ferita in una opportunità per ridare identità e vivibilità alla zona. Al termine della fase esplorativa., l’equipe ha dato vita ad un progetto che prevede la creazione di un percorso culturale-formativo con l’utilizzo della realtà aumentata che collega piazza Zambeccari, il Parco Giordano Sangalli, l’Acquedotto Alessandrino e il complesso archeologico Ad Duas Lauros.

Si tratta di trasformare il Liceo in una “sentinella” che tuteli e valorizzi l’immensa ricchezza archeologica e paesaggistica attraverso la creazione di un Volontariato della cultura ideato e formato dagli studenti della scuola che si occuperanno delle varie attività. Idealmente dal Kant dovrebbero partire i percorsi di formazione individuati e lo stesso Liceo sarà il polo naturale in cui le diverse direttrici patrimoniali convergono rendendolo una preziosa testimonianza della storia del territorio.

L’idea ha riscosso molti consensi e l’auspicio della dirigenza e dei ragazzi è quello di portare a termine una proposta che, seppur realizzata in tempi contenuti e da giovani studenti, potrebbe fare da apripista ad altre iniziative che potrebbero dare un volto nuovo ai nostri quartieri e migliorare la qualità della vita in città. Gli aspiranti sindaci sono avvertiti.

DIDASCALIE FOTO
Nella prima foto, da sx a dx: Teacher Guide Raffaella Catallo,  Teacher Trainer Laura Ranchelli. Dirigente Scolastico Elisabetta Durantini.
Nella seconda foto degli alunni

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti