La Biblioteca nazionale centrale di Roma per la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità

Comunicato stampa - 1 Dicembre 2020

“Un giorno all’anno tutto l’anno” è il motto dell’edizione di quest’anno della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, il 3 dicembre, istituita nel 1992 dall’ONU con la risoluzione 47/3, per promuovere l’inclusione delle persone con disabilità e combattere ogni forma di discriminazione.

La Biblioteca nazionale centrale di Roma ha scelto proprio questa data per inaugurare alcune novità davvero importanti, per rendersi ancora più disponibile, aperta e accogliente e per contribuire alla totale inclusione e alla lotta contro qualsiasi disuguaglianza.

“Partiamo dal presupposto che in una società democratica l’accesso alla cultura, allo studio e alla conoscenza deve necessariamente essere libero a chiunque.” È quanto dichiara il Direttore Andrea De Pasquale. “D’altronde, è innanzitutto la Costituzione che ci chiede di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana: da oggi la BNCR ha rimosso qualche barriera architettonica ed è ancora un po’ più accogliente.”

Il vasto patrimonio qui custodito è a disposizione di tutti e, quindi, chiunque è benvenuto a prescindere dalle proprie condizioni di salute. Ma ciò è possibile solo se si applicano i modelli del cosiddetto Universal Design per far sì che si cancellino, almeno sul livello pratico, le differenze tra le persone che frequentano gli spazi della Biblioteca.

Continua De Pasquale: “all’orizzonte c’è addirittura l’utopia che in questi spazi a noi affidati nessuno si senta disabile! Con l’inaugurazione di oggi iniziamo un percorso nel quale crediamo fortemente.”

Tre sono le novità che gli utenti della Biblioteca troveranno quando, in base agli sviluppi dell’emergenza sanitaria, finalmente potranno rientrare in completa sicurezza.

In collaborazione con il gruppo SILIS, sono stati realizzati 23 video in LIS (Lingua Italiana dei Segni), dotati anche di sottotitoli in italiano e voce narrante, sulla storia, la mission e i servizi della BNCR. I video sono accessibili sia all’interno della Biblioteca attraverso una postazione con monitor touchscreen, sia dall’esterno, online sul sito e sui nostri account di FacebookInstagram e Youtube.

Adotta Abitare A

È stato realizzato inoltre il primo percorso tattile della BNCR attraverso l’installazione di 3 pannelli tattili orientativi in italiano-braille  di carattere informativo e culturale. Tale percorso mette in relazione i pannelli tattili con gli audiovisivi in LIS tramite tecnologia QRCODE. Sono in progettazione altri due percorsi che, si auspica, possano essere realizzati in tempi brevi.

Infine, proprio in questi giorni, approfittando della assenza obbligata dei lettori che altrimenti si sarebbero potuti disturbare, si è lavorato al riallestimento di alcune porte con sistemi di apertura automatizzata, rivolti al superamento delle barriere architettoniche, per garantire l’agilità e la comodità dell’ingresso anche alle persone che per spostarsi utilizzano una sedia a rotelle.

Tutto ciò è stato realizzato nell’ambito del Progetto BNCRforALL di Federica Lamonaca (Ricercatrice del corso Scuola del Patrimonio della Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali).

Last but not least, nella giornata di oggi ci piace ricordare anche la collaborazione tra la Biblioteca nazionale centrale di Roma e l’associazione Ro.D.A Onlus. Il progetto “Giardino dei Semplici”, è nato per assicurare il diritto dei ragazzi disabili cognitivi alla Vita Indipendente, costituendo un ponte di continuità tra la fine del ciclo scolastico e l’ingresso nella vita sociale, attraverso concrete opportunità d’integrazione sociale ed occupazionale: la possibilità di imparare a manutenere e curare uno splendido giardino, allestito sul modello del Giardino dei Semplici del Collegio Romano.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti