La Compagnia teatrale “Buona la prima” approda al Pantheon

Domenica 13 settembre il gruppo teatrale di Colli Aniene in scena con “I colori del bene”
di Federico Carabetta - 7 Ottobre 2013

La Compagnia teatrale di Colli Aniene “Buona la prima” si esibirà, domenica 13 ottobre 2013 alle ore 15.30, nel preziosissimo scrigno del Pantheon nella rappresentazione sacra intitolata “I colori del bene”.

foto n 1 - Anna e Luciano Nasti(25)

Anna e Luciano Nasti

La Compagnia si presenta a chi parteciperà alla sacra rappresentazione con queste parole: “A volte per far gustare opere teatrali non è necessario impiegare allestimenti fantasmagorici. Metti una compagnia di persone affiatate, desiderose di stare insieme e di comunicare sentimenti ed emozioni. Unisci un organizzatore entusiasta e capace. Aggiungi una fantasiosa costumista ed un’esperta in montaggio. Mettici una coppia entusiasta ed appassionata di teatro, pronta a dirigere con il cuore. Scegli un testo coinvolgente e denso di significato. Mescola il tutto con grande impegno e condisci con amore. Versa tutto su un palcoscenico inusuale ed affascinante.

Ottieni come risultato finale un tempo di profonda emozione. Fare teatro non è un divertimento vuoto o inutile: il teatro è una cosa seria, uno stile di vita, un modo eccezionale di comunicare con gli altri. Fare teatro induce all’allegria, alla gioia di vivere, della gioia di vivere con gli altri e per gli altri. Noi stiamo insieme e facciamo teatro per coinvolgere tutti alla nostra gioia, dono prezioso di Dio”.

Una scena de Li nipute de lo sinneco

Una scena de Li nipute de lo sinneco

La compagnia “Buona la prima” nasce come gruppo teatrale parrocchiale nel 1994 a Colli Aniene. Luciano e Anna Nasti ne sono gli ideatori ed organizzatori. Ad animarli sono le loro grandi passioni per il teatro, per i giovani e quella di favorire la comunicazione ed aggregazione.

L’arte teatrale si rivela ancora una volta lievito, aggregante ed integrante non solo per i giovani, protagonisti o solo spettatori, bensì per persone di ogni età. Perciò, la compagnia ha sempre messo in scena – prevalentemente a Colli Aniene – rappresentazioni gratuite utilizzando le libere offerte, sempre e totalmente per la collaborazione a per scopi benefici quali la realizzazione di una casa per giovani in difficoltà, la costruzione di una scuola in Etiopia, adozioni a distanza, esigenze dei bisognosi, ampliamento del complesso parrocchiale di S. Igino papa ed altre.

Nel corso degli anni i Nasti hanno realizzato, con il valido aiuto dell’unica figlia Caterina e di pochi amici, almeno una ventina di allestimenti di vario genere, recite, spettacoli, rappresentazioni sacre ed anche opere di notevole impegno. Tra queste “Non ti pago” di E. De Filippo e “Miseria e nobiltà” di E. Scarpetta e, dello stesso drammaturgo napoletano, ‘Na santarella”, “Li nipute de lo sinneco” che rappresentano il periodo artistico più maturo nel quale ha toccato la punta più alta. Infine ricordiamo, il noto musical “Aggiungi un posto a tavola” di Garinei e Giovannini, rappresentato gratuitamente e a grandissima richiesta al teatro delle Muse.

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti