La Renault 4 dove venne ritrovato il corpo di Aldo Moro conservata nel garage della Polizia Stradale a Tor Cervara

L'automobile color amaranto è stata donata al Viminale dal figlio del proprietario originario. Dopo il restauro conservativo sarà esposto al museo storico delle auto della Polizia

La Renault 4 in cui venne ritrovato il corpo di Aldo Moro – il 9 maggio 1978 – in via Caetani ucciso dalle Brigate Rosse è tornata nelle mani del Viminale ed è conservata, in attesa di terminare il restauro conservativo, nel garage della Polizia Stradale di via Magnasco a Tor Cervara.

L’automobile color amaranto è stata donata alla Polizia di Stato dal figlio del proprietario originario della vettura, Filippo Bertoli, scomparso il 25 dicembre 2013 esprimendo la volontà di restituire il mezzo allo Stato, così da farla diventare un pezzo d’esposizione. Bertoli venne, in un primo tempo, coinvolto nella vicenda e sospettato di essere un complice delle Brigate Rosse. Poi fu accertato che la sua auto fu rubata qualche mese prima dell’omicidio dello statista. La Renault 4, infatti, conserva ancora la targa montata dalle Brigate Rosse intestata ad un’altra vettura.

capture-20141121-230501Il restauro ha interessato solo le parti della carrozzeria rovinati dal trascorrere del tempo. Mentre i segni indelebili del triste episodio sono rimasti lì, dal foro del proiettile sul pianale di lamiera a sinistra alle macchie scure sulla tappezzeria. L’auto sarà presto presa in carico dal museo storico delle auto della Polizia di Stato, dove verrà esposta insieme ad altri mezzi che hanno segnato la storia del nostro paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati