La spiaggia sul Tevere riapre quest’anno? Sopralluogo di Ecoitaliasolidale

Una nota del Presidente Nazionale Piergiorgio Benvenuti
Redazione - 28 Giugno 2019

Il disastro dell’amministrazione guidata dalla Sindaca Raggi per la Capitale non è solamente una percezione dei residenti ma una considerazione che purtroppo fa eco anche nella stampa estera compromettendo l’immagine dell’intero Paese. Dalle strade da percorso rally per le enormi buche e avvallamenti, ai rifiuti sparsi un po’ ovunque e con il caldo diventa un tema di emergenza sanitaria, per gli alberi che cadono come pioggia d’estate e d’inverno, agli spazi verdi abbandonati, i mezzi del trasporto pubblico sempre meno efficienti, la bocciatura delle Olimpiadi, il disastro del progetto del nuovo stadio, per citarne solo alcune. Ora sono in molti che si chiedono se quest’anno verrà riaperto
il “lido” fluviale a ponte Marconi e noi di Ecoitaliasolidale questa mattina abbiamo  effettuato un sopralluogo.

Certamente il progetto del “Lido”, veramente minimale e di dubbia attrazione per i cittadini, lo scorso anno per numero di presenze è risultato realmente un flop.  Ad oggi invece, per l’estate già iniziata, non sono in atto lavori finalizzati a ripetere l’opera.”.

Da un nostro sopralluogo questa mattina abbiamo potuto verificare come ancora nei pressi del “lido” vi sono insediamenti abusivi, rifiuti che stavano per essere sversati nel Tevere e che ancora non sono stati rimossi, la pista ciclabile per una parte occupate da vegetazione.

Ribadiamo che ci vogliono ben altri progetti rispetto ad un semplice “lido”, sono necessari programmi articolati per arginare il grado di inquinamento delle acque, riqualificare gli argini e le banchine per intero, eliminare le occupazioni abusive, vi è la necessità di aggiornare il Piano di Protezione civile con l’inserimento delle nuove aree a rischio idrogeologico. Oltre a rinnovare la proposta di realizzare un unico Ente gestore del Tevere che si occupi di un
progetto complessivo, della riqualificazione del tratto fluviale, la depurazione delle acque, la piena navigabilità del fiume, sia per la mobilità alternativa che per lo sviluppo turistico della città, la valorizzazione degli argini, la valorizzazione degli impianti di Ex archeologia industriale abbandonati, comprese le competenze sulla pista ciclabile, del poco che rimane dell’esistente ippovia e la gestione dei parchi fluviali che ancora non sono stati avviati.

cof

Probabilmente l’esperimento estivo del “Lido” a Ponte Marconi anche per la Giunta Raggi ha rappresentato un fallimento, a tutt’oggi gli unici lavori in quell’area sono un cantiere per il posizionamento di cavi elettrici mentre per la spiaggia fluviale nessun intervento, pur stando ormai in estate”.

È quanto dichiara in una nota Piergiorgio Benvenuti, Presidente Nazionale del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale.


Commenti

  Commenti: 2


  1. ho letto con piacere il vs interessamento riguardante Tiberis la spiaggia sul tevere.
    Mi permetto di affrontare questo argomento perche circa 4 anni fa, con la mia associazione avevo presentato alla Regione Lazio un progetto e che purtroppo è stato bloccato, un progetto permanente per la comunità della zona, per la riqualificazione delle sponde del tevere e che negli anni, autofinanziandosi non graverà sul bilancio del comune di Roma.
    Sono a sua disposizione
    cell 333.255 13 40

  2. Antonella La Mua


    Carissima sindaca, comunque grazie per la riapertura, anche se molto posticipata…Come mai? Possibile che siamo sempre in ritardo? Ci sono altre priorita’ e’ pur vero….Ma perche’ ogni anno, ricominciare da capo? Proporrei una cosa piu’ stabile e duratura nel tempo….Innanzi tutto, ombra……e gli alberi piantati lo scorso anno….quelli che dovevano ccrescere e fare ombra? Dove sono? Poi se posso vorrei proporre una strada di discesa da Ponte Marconi, piu’ idonea…Per persone con disabilita’, o chi non e’ piu’ molto giovane. Non credo che il posto sia stato ideato solo per giovani…I quali,. probabilmente dispongono di auto e voglia di trascorrere il loro tempo, magari in altri luoghi. La gestione del Bar a chi e’ stata affidata? Tutto bene…E si spera soldi spesi bene, in opere durature nel tempo. Grazie Antonella La Mura

Commenti