La stazione di Villa Bonelli: un decadimento da fermare

Richiesto l’intervento del Municipio XV per ristabilire sicurezza e civiltà
di Francesca Romana Antonini - 4 Settembre 2009

Se non si vede con i propri occhi non ci si può di certo rendere conto, neanche con l’immaginazione, della situazione di degrado che persiste ormai da tempo nella stazione di Villa Bonelli nel Municipio XV.

La prima sensazione che si percepisce arrivando di fronte all’entrata della stazione è di poca sicurezza e sporcizia ovunque, una percezione di abbandono e tristezza che è presente ovunque. Entrando, pavimenti luridi, graffiti su tutti i muri, tabelloni degli orari dei treni praticamente impossibili da consultare per la poca visibilità data dai vetri rovinati, sottopassaggi in cui il cattivo odore ti accompagna e segue fin sopra i binari e luci rotte malfunzionanti.
Arrivati finalmente ai binari un messaggio ti avvisa della momentanea sospensione del servizio di allarme, ormai in disuso da tempo, ed un servizio di controllo che consiste in una unica telecamera puntata solamente sui treni che arrivano e partono.

Tutto il resto è lasciato a se stesso, nella maniera più completa, compresa la seconda entrata ed uscita dalla stazione, ovvero un lungo viale che porta fino in via di Vigna Due Torri e che soprattutto dopo il tramonto ed in particolare per donne ed anziani non essendo illuminato può diventare molto pericoloso.

I lampioni ci sono ma ovviamente non funzionano e questo incrementa anche il bivacco notturno di vagabondi, tanto da diventare così teatro di pestaggi e di risse.
Innumerevoli anche qui le siringhe abbandonate, bottiglie rotte e indecenti accumuli di rifiuti di ogni tipo, che non vengono rimossi se non saltuariamente.

Alla stazione, noi di Abitare a Roma, abbiamo incontrato Marco Rollero un cittadino residente presso il XV municipio e Dirigente del Circolo Magliana senza Padroni (PDL), il quale ha affermato – “Ormai la stazione è praticamente abbandonata a sé stessa e molti familiari sono costretti ad attendere alle uscite le mogli e le figlie, per la grave situazione d’insicurezza che si è venuta a creare. Tutta la zona circostante è invasa da immondizia, per la maggior proveniente dai bivacchi e sterpaglie, dando un aspetto di degrado e desolazione”.
“Abbiamo più volte – continua Marco Rollero – richiesto l’autorevole intervento delle Autorità, per ripristinare la sicurezza e debellare il degrado, dando così soddisfazione alle giuste aspettative dei cittadini, con una presa di posizione per ridare normalità e decenza alla stazione”.

Dopo numerosi solleciti e denunce, avvenute in forma scritta e verbale da parte dei cittadini residenti della zona Villa Bonelli e di diversi frequentatori della stazione, la speranza è quella di ottenere i risultati sperati e cioè una immediata riqualificazione dell’intera area, una maggior sorveglianza, soprattutto nelle ore notturne, e infine servizi di manutenzione e di qualità continui.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti