Categorie: Cronaca Politica
Municipi: , | Quartiere:

La tomba di Berlinguer profanata ancora: oltraggio a un simbolo della Repubblica

Lo rende noto la figlia e giornalista Bianca: "Un gesto dal contenuto chiaramente politico"

L’ennesimo atto di vandalismo alla tomba di Enrico Berlinguer. Per la terza volta in due mesi, il luogo di riposo dell’ex segretario del PCI è stato preso di mira da ignoti, scatenando un’ondata di indignazione che ha travalicato i confini politici.

“Un gesto vile e vergognoso” lo definisce la figlia Bianca, che sui social denuncia l’accaduto e richiama l’attenzione sulla matrice politica dell’oltraggio. Un’opinione condivisa da esponenti di ogni schieramento, che si stringono alla famiglia Berlinguer e condannano fermamente l’accaduto.

“Non si tratta di semplici vandali” tuona l’assessora Alfonsi, annunciando misure immediate per potenziare la sorveglianza del cimitero e assicurare la cattura dei responsabili. Parole di dura condanna anche da parte del capogruppo di Roma Futura Caudo, che auspica una rapida individuazione dei colpevoli.

Sdegno e rabbia anche tra la gente comune, che sui social esprime la propria solidarietà alla famiglia Berlinguer e il profondo rispetto per la figura di uno dei più grandi politici italiani.

L’oltraggio alla tomba di Berlinguer rappresenta un attacco non solo alla memoria di un uomo, ma ai valori di democrazia e pluralismo che rappresentò durante la sua vita. Un atto che deve spingere le istituzioni ad una risposta forte e decisa, per tutelare i simboli della Repubblica e garantire il rispetto della memoria collettiva.

Oltre alle condanne e alle richieste di risolutezza, c’è chi invita a riflettere sulle cause profonde di un simile gesto. Un monito a contrastare l’incitamento all’odio e la strumentalizzazione politica, per scongiurare che tali atti si ripetano in futuro.

Perché la memoria di Enrico Berlinguer e il suo lascito politico non possono essere oltraggiati. Vivono nel cuore del popolo italiano e rappresentano un faro per le future generazioni.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento