Lazio al terzo posto in Italia per frodi creditizie

Realizzate soprattutto ai danni dei residenti nella provincia di Roma (oltre il 79 per cento dei casi) e con età compresa fra 20 e 29 anni
Enzo Luciani - 19 Giugno 2008

ROMA  18 giugno – Il Lazio è al terzo posto in Italia per le frodi creditizie (10,55% del totale nazionale), realizzate soprattutto ai danni dei residenti nella provincia di Roma (oltre il 79% dei casi) e con età compresa fra 20 e 29 anni. E’ quanto emerge da uno studio, illustrato oggi a Roma, dell’Osservatorio Crif 2007, la principale società di informazioni creditizie operante in Italia.

Oltre il 90% dei casi di frode è riconducibile all’acquisto di beni a rate. I prodotti sui quali si è concentrata l’attenzione dei frodatori sono ascrivibili all’interno di categorie merceologiche ben precise, in primo luogo informatica, elettronica e telefonia. Anche nel Lazio questo settore registra molte frodi portate a compimento (circa il 34% dei casi), anche se il settore più colpito risulta essere quello di auto e moto (44% dei casi).


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti