Le celebrazioni del 25 aprile nel V Municipio

Deposte le corone e ricordata la resistenza davanti ai tre monumenti ai caduti
Sergio Scalia - 25 Aprile 2019

La mattina del 25 aprile 2019 numerosi cittadini hanno partecipato alle celebrazioni in ricordo della resistenza e della liberazione dell’Italia dal nazifascismo.

Tre gli appuntamenti importanti nel V municipio che si sono svolti a piazza delle Camelie, a Villa Gordiani e a piazza della Marranella.

A piazza delle Camelie l’appuntamento più affollato, che ha visto ricordare anche l’importante riconoscimento ottenuto dal quartiere con la Medaglia d’oro al merito civile per il quartiere di Centocelle.

Per il primo anno era infatti presente il gonfalone con la medaglia d’oro in ricordo del 6 aprile 1944, quando i reparti speciali della milizia fascista guidati da Pietro Koch fecero un rastrellamento a Centocelle, arrestando molti partigiani della Brigata comandata da Giuseppe Piacentini, dei civili considerati fiancheggiatori dei partigiani e alcuni militari italiani che si opponevano all’occupazione tedesca della capitale, tutti giustiziati poi alle Fosse Ardeatine.

I numerosi partecipanti all’incontro di piazza delle Camelie hanno poi dato vita ad un lungo corteo da Centocelle a Villa Gordiani.

I rappresentanti del Municipio e dell’ANPI hanno ricordato come i diritti e le libertà oggi presenti nel nostro paese sono il risultato delle battaglie di quegli anni, che sono costate la vita a tanti cittadini del nostro territorio, i cui nomi sono ricordati nelle lapidi di memoria.

Alcuni interventi hanno ricordato come il 25 aprile non possa rappresentare un elemento divisivo per il paese, ma deve essere ricordato come un momento che ha unificato tutte le forze antifasciste, dai cattolici ai liberali, dai socialisti ai comunisti, per liberare il paese dalle truppe di occupazione nazista e dai fascisti loro alleati.

 

Sergio Scalia


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti