Le muse di Pacchiarotti e le curve di Miss Lili Marlene per ArtGlamour

La femminilità declinata al passato, tra quadri delle dive d'antan e spettacoli di glamourlesque
Eleonora Cianfrini - 4 Dicembre 2013

Pronta una nuova esposizione per Daniele Pacchiarotti, trentenne romano divenuto noto al pubblico della capitale attraverso i ritratti delle dive che campeggiano alle pareti di noti locali romani. L’artista capitolino sarà infatti presente con le sue opere alla serata ArtGlamour, a Roma, il prossimo 7 dicembre.

Già Maestro d’Arte, grafico pubblicitario e scenografo per il Teatro dell’Opera, il giovane creativo scoperto da Gabriele La Porta che lo volle nel 2004 all’interno del programma di RaiNotte, Anima Guarire, esporrà i ritratti delle sue muse al “Quindi”, night club della Tuscolana.

Durante la serata Daniele Pacchiarotti spiegherà al pubblico sia la scelta dei soggetti, cha vanno dalla copia d’autore delle tele di Tamara De Lempicka ai ritratti di Marilyn Monroe, Audrey Hepburn, Anna Magnani, Aretha Franklin e Madonna, sia la tecnica utilizzata. Le riproduzioni eseguite su tela da Pacchiarotti sono realizzate infatti attraverso la “pittura a velo”, da lui stesso creata e caratterizzata dall’impercettibilità delle pennellate al tatto.

A dividersi la scena con le donne di Pacchiarotti, un’altra donna in carne, non troppe ossa, e rossetto rosso. Miss Lili Marlene, nota icona fetish-rétro del GlamourLesque di cui è simbolo indiscusso e ideatrice. Reinventando il burlesque e rompendo con gli schemi del passato, la bionda prorompente musa di Franco Saudelli, è molto richiesta sulla scena capitolina per gli spettacoli in pieno stile anni ’30 in cui fonde teatro, musica, cinema, moda e fotografia.

Info 06.7021401

www.quindiroma.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti