L’incendio sotto al Parco di Centocelle

Dal 1° gennaio 2017 vigili del fuoco impegnati in un difficile intervento durato 4 giorni
Alessandro Moriconi - 5 Gennaio 2017

Sono già quattro i giorni che le squadre dei Vigili del Fuoco lottano per fermare le fiamme che ardono dal 1 gennaio 2017 sotto centinaia di metri cubi di rifiuti di ogni genere nell’area del Parco di Centocelle.

Purtroppo si tratta di una vera e propria battaglia contro un nemico invisibile che manda nell’aria un fumo acre rendendo l’aria irrespirabile per i residenti del Villaggio Azzurro di via dell’Aeroporto 3 dove risiedono ben 147 famiglie a cui vanno aggiunti i residenti di via G. Ancillotto che dista un centinaio di metri in linea d’aria.

Il complesso di case degli ex dipendenti dell’Aeronautica Militare era già balzato alle cronache per una enorme voragine tuttora aperta e dove solo per pura fatalità non si sono registrati danni a cose e persone.

Dar Ciriola asporto

I Vigili del Fuoco hanno evidenti difficoltà a causa delle numerose prese d’aria che un tempo servivano a portare aria ad una fitta rete di gallerie poste ben al di sotto del tracciato Metro voluto da Mussolini.

I pompieri sono immediatamente intervenuti dapprima con le autobotti ma viste le difficoltà ad avere ragione delle fiamme sono via via intervenuti con altre squadre, con potenti ventilatori nel tentativo di allontanare il fumo, con respiratori ad ossigeno, con tute ignifughe, sollevatori ed altre attrezzature.

Quattro giorni di battaglia con fiamme, fumo e aria irrespirabile e al momento sembra non essere neanche chiaro da dove sia partito l’innesco dell’incendio e quindi la sua natura (di certo non si tratta di autocombustione) e soprattutto che cosa stia bruciando.

E’ intervenuta anche una squadra dell’ARPA per valutare i livelli di inquinamento. Sul posto anche la nuova Comandante del Gruppo Casilino della Polizia Roma Capitale, dr.ssa Antonella Marsiglia.

I residenti del comprensorio provati dopo quattro giorni di aria irrespirabile lamentano l’assenza totale dei rappresentanti dell’Istituzione Locale e chiedono unitamente al Comitato Parco Archeologico Centocelle il sequestro dell’area del canalone purtroppo sempre più spesso oggetto di insediamenti abusivi dove vengono prodotti rifiuti in quantità industriale.

Aggiornamento sull’incendio sotto al Parco di Centocelle

Cosimo Puliti

“Oggi, 5 gennaio, non si è visto nessuno e dai “camini” non sembra uscire più fumo”, così la portavoce del Comitato PAC Bene Comune la signora Roberta Ricci che ha ribadito la necessità di mettere sotto sequestro l’area al fine di evitare il perpetrarsi dell’uso a discarica e di insediamenti abusivi. Tra l’altro la gran parte dell’area è interessata dai lavori per la realizzazione del 2° lotto del Parco Archeologico di Centocelle.
“Siamo molto arrabbiati con il V Municipio – ha dichiarato la portavoce del Comitato – in quanto abbiamo da tempo segnalato la cosa sia per iscritto che verbalmente durante una audizione con la Commissione Ambiente presieduta dal Puliti, ma ha concluso la Ricci, siamo ancora in attesa di risposte!”.


Commenti

  Commenti: 1

  1. PROGRESSO ITALIANO


    LE STRUTTURE ABUSIVE COME VENGONO CHIAMATE SONO DI LAVORO O ABITAZIONE…QUINDI PRIMA SI PENSA A DARE ALLOGI ATER A CHI NON L’HA, E SISTEMARE LE STRUTTURE LAVORATIVE. INOLTRE IL PARCO CENTOCELLE ANDREBBE RIQUALFICATO COSTRUENDO REISIDENCE CON NEGOZI E HOTEL DI LUSSO PER DARE UN’ARIA MENO BORGATARA DEL PASSATO. INFATTO ANDAVA QUA EDIFICATO LO SDO CHE PENSO’ LA GRANDE DEMOCRAZIA CRISTIANA , LO SDO AVREBBE RIQUALIFICATO ROMA EST..MA POI PER QUATTRO MAZZETTE LA DC FINI’, INVECE DOVEVA CONTINUARE, PRIMA LA DEMOCRAZIA . LE TANGENTI NON DEVONO ESSERE SCUSED PER ABBATTERE I PARTITI DEMOCRATICI DA PARTE DI PARTITI POST-TOTALITARI E ANTI CRISTIANI QUINDI….COMUNQUE…E’ STORIA PASSATA. IL PARCO DI CENTOCELLE OLTRETUTTO ANDREBBE TUTELATO DA CANI SENZA GUINZAGLIO, METTENDO SEGNALI APPOSITI COME HA FATTO IL COMITATO QUARTIERE FONTE MERAVIGLIOSA NEI SUOI GIARDINI. PENSIAMO ANCHE ALLE PERSONE…EH?? BUONGIORNO.

Commenti