Look of the year 2020

Le sperimentazioni protagoniste delle nuove proposte della Moda Italiana
Elisa Bellotti - 14 Febbraio 2020

Si è svolta domenica 26 dennaio 2020 presso il Guido Reni District di Roma, nell’ambito della kermesse Altaroma, tutta dedicata alla Moda Italiana che affianca ai grandi brand affermati, le ultime novità di stilisti emergenti, innovatori del settore, la sesta edizione di The Look of the year – Fashion and models: l’international fashion format The Look of the year prodotta da Eventswolrd con il media partner esclusivo Fashion TV.

L’iniziativa è organizzata da un cast di altissimo livello, esperti del settore e appassionati amanti dei continui capricci della Moda che si esprimono in esaltanti sperimentazioni: Produttore dell’iniziativa è Nuccio Cicirò affiancato dal General Manager Ivana Triolo, dalla Fashion Director Antonella Ferrari e dal Casting Director Santo Cicirò.

Protagonisti della passerella sono state le creazioni dello stilista Piero Camello con il brand Creation – Chic Events, Isabella Caposano, Lyudy di Lyudmyla Sotska, Federica Musmeci, Quantum Hilabela, Carla Campea Gioielli, Giovanna Campisi, Paola Monachesi, Daniela De Souza. Caratteristica delle nuove proposte della Moda italiana è la scelta di trasparenze. Dall’eleganza degli abiti di Pietro Camello che fasciano le forme e ne esaltano la bellezza, alle scelte di linee morbide di Monachesi Paola che avvolge le gambe degli uomini con pantaloni di plastica trasparente.

Fresco Market
Fresco Market

Quasi divina l’immagine della donna sposa di Tombolo Isabella, mentre risulta elegante e al contempo stravagante con un tocco di sensuale mistero l’abito nero disegnato da Lyudy di Lyudmyla Sotska.

A presentare i vari protagonisti della moda in passerella, la vivace voce fuori campo della dj radiofonica Giovanna Campisi. Il look delle modelle e dei modelli è stato curato dal Gruppo Modarea, che ha curato l’hair stile, e da Monica Robustelli e il suo staff per il Make-up artist.

 

 

Elisa Bellotti


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti