L’Ospedale Cto diventerà un Polo ortopedico traumatologico

A rischio i servizi sanitari essenziali per la popolazione dell'XI municipio
di C.T. - 1 Luglio 2008

Nel territorio dell’XI municipio si teme la mancanza dei servizi assistenziali e sanitari essenziali: il presidente Andrea Catarci e il Consigliere Antonio Bertolini, Delegato alla Sanità dell’XI municipio hanno espresso forti preoccupazioni riguardo la pubblicazione dell’Atto Aziendale ASL RMC, pubblicato sulla Gazzetta Regione Lazio il 07 giugno 2008, in cui si prevede un piano di riordino che vede l’Ospedale C.T.O. "A. Alesini" in via San Nemesio 21, come Polo ortopedico traumatologico ed il S. Eugenio come Polo medico chirurgico, con relativi Pronto Soccorsi dedicati.

Sottolineare la vocazione ortopedico traumatologica dell’Ospedale Cto non deve essere in contrasto con l’esigenze dei cittadini e togliere alla popolazione quattro reparti essenziali: breve osservazione, cardiologia, urologia, chirurgia. Sono reparti non surrogabili con ambulatori o Day Surgery; non sono servizi, come previsto dall’atto Aziendale, che devono rispondere solo alla domanda interna dell’Ospedale per esigenze connesse ai ricoveri ortopedici e traumatologici, ma devono essere accessibili a tutti.

“Ecco le ragioni di tali perplessità – sottolinea il consigliere Bertolini – non crediamo che l’istituzione di un solo un punto di “Primo Soccorso”di smistamento potrà dare risposte sempre efficaci: il 70% degli accessi al Pronto Soccorso avviene tramite cittadini privati e non attraverso i mezzi di Soccorso; in alcuni casi si perderà del tempo prezioso in trasporti da un Ospedale all’altro.
Come si evince dalle statistiche dell’atto aziendale, la popolazione dell’XI municipio, soprattutto anziana, si rivolge al Cto per avere una breve osservazione, reparti cardiologici, urologici e chirurgici, per non considerare tutto il mondo del terziario, dell’Università e dei locali notturni di Ostiense e Garbatella che gravita su questo ospedale. Dei 35.000 accessi al Pronto Soccorso nel 2006, 20.000 provenivano dall’XI Municipio.

Il Presidente Catarci e il consigliere Bertolini auspicano che “la Regione Lazio valuti ragionevoli e responsabili queste richieste e trovi risorse per supportare anche questo ambito territoriale della Asl RmC, così come ha trovato utili risorse per il convenzionamento, il 30 maggio 2008, dell’Università Campus Bio-Medico di Roma a Trigoria. Si possano infatti garantire alla popolazione del Municipio Roma XI afferente al CTO dei reparti essenziali, anche ridotti in posti letto, nel rispetto dell’obiettivo economico della efficienza e del riordino, ma efficacemente fruibili.”

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti