“L’Osteria dell’Aria Fritta”

Davide Marzattinocci presenta lo spettacolo del suo laboratorio teatrale per e con persone disabili
di Roberta Diglio - 24 Settembre 2007

La Cooperativa Oltre e il Municipio di Roma III presentano la compagnia Opperbacco Teatro, sabato 6 ottobre alle ore 18, in via Ballarin 102 presso la Legacoop Lazio, in "L’Osteria dell’Aria Fritta": "Se all’osteria i camerieri ballano, si ubriacano e suonano in strambe orchestrine; se ai clienti viene proposto di mangiare i piatti e i bicchieri anziché cibo; se arriva all’improvviso la polizia e non si sa bene perché, vuol dire che siete all’Osteria dell’Aria Fritta, il locale più strano che c’è". Ingresso totalmente libero.

La compagnia nasce da un laboratorio teatrale per e con persone disabili della Cooperativa Oltre.

Gli attori che creeranno e faranno vivere questa Osteria sono Grace Fortini, Ferdinando Giacalone, Daniele Lattanzi, Gianluca Laura, Claudia Loriga, Gabriele Maran, Luigi Meloni, Armando Palaggi, Stefano Romani, Giulia Valido, Paolo Vela, sotto la guida del regista Davide Marzattinocci, che per questa volta, oltre a tenere anche le file del laboratorio stesso, li accompagnerà come un attore tra i suoi attori. Alla consolle audio, Daniela Treglia.

Dottore in Lettere (indirizzo Storia del Teatro), Davide Marzattinocci ha avuto e continua ad avere esperienze di attore, regista e arteterapista ad orientamento psicofisiologico, specialmente all’interno e per i vari municipi di Roma. E’ d’altra parte anche docente del Corso di Formazione in DrammaTeatroTerapia presso l’Istituto di arti Terapie e Scienze Creative di Lecce. Conduce stages di Drammateatroterapia e Arti Terapie, laboratori di teatro, applicando la Drammateatroterapia e le Arti Terapie con persone disabili e in ambito psichiatrico.

Ma che cos’è, invece, la Legacoop Lazio che ospiterà l’evento? Le Legacoop sono imprese moderne capaci di coniugare le regole del mercato con lo spirito solidaristico; fondano la loro natura sulla gestione democratica e sulla valorizzazione delle risorse umane. La prima cooperativa sociale di Legacoop Lazio viene costituita nel 1975, ma la gran parte delle attività iniziano nel 1980 quando cominciano a prendere corpo i servizi sociali nella città di Roma.

Le parole di Pino Bongiorno, responsabile del Welfare, sono chiare: "Era il 1980 quando una parte di quella che qualcuno ha definito la meglio gioventù, dava vita a cooperative di lavoro impegnate nel sociale. C’era in quell’atto di nascita l’incontro tra vari fermenti. Da quello di un nuovo protagonismo giovanile a quello delle donne che nel lavoro realizzavano parte della loro emancipazione. Dai processi riformatori che la giunta Petroselli stava realizzando spostando sempre più il baricentro della metropoli dal centro alla periferia, ai sussulti democratici che, in risposta agli atti terroristici delle BR, andavano riaffermando un ruolo sempre più centrale dello Stato e della democrazia; dalle spinte che venivano da quella riforma sanitaria del ’78 alle idee rivoluzionarie di Franco Basaglia che dalla psichiatria stavano ormai inondando tutto l’agire sociale.

Da un fermento culturale che negli anni 80 invase il cinema, la musica, la poesia.
Da tutto ciò e da altro ancora è nata quella cooperazione sociale che negli anni ha costruito una vera e propria cultura di solidarismo laico.
Quel solidarismo cioè fondato sui diritti.
Quella cultura di solidarismo che si è alimentata dalle idee di Basaglia che evidenziavano il volto sociale della malattia mentale e da un pensiero laico che afferma che l’uomo si forma nel suo ambiente e quindi parla di pari opportunità, di giustizia sociale, di diritti di cittadinanza, di tolleranza, di riconoscimento delle diversità, di reciprocità.
Quel solidarismo laico che, invece di far sfociare i bisogni in protesta, li ha fatti incontrare con quel pensiero operoso cooperativo che costruisce con pazienza cerca risposte, trova soluzioni.
Così le cooperative sociali hanno costruito reti, organizzato servizi realizzato veri e propri progetti imprenditoriali.
Da un fenomeno che attiene alle sensibilità individuali, si sono trasformate in realtà economiche".

Dal 5 al 7 ottobre si vedranno impegnate, una accanto alle altre, le cooperative della Lega nello sforzo di presentare il loro quotidiano impegno, per tre giorni di laboratori, spettacoli, mostre, mercato, degustazione di prodotti tipici del Lazio, punti informazione dei servizi e soprattutto tre giorni di incontro, scambio, confronto.

"L’Osteria dell’Aria Fritta"
Sabato 6 ottobre 2007 ore 18
Legacoop Lazio
via Ballarin 102, Roma. Ingresso libero.

www.meglioinsieme.org
Info. 06.4823732-333/7741376.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti