Ma periferia di cosa? “Questa è Roma! La Roma imperiale”

La visita guidata delle associazioni "Omnia Urbes" e "L'Incontro" a Villa dei Gordiani il 27 ottobre 2019
Olga Di Cagno - 28 Ottobre 2019

Ma periferia di cosa? “Questa è Roma! La Roma imperiale”, è stata la risposta alla quale sono giunti i partecipanti alla visita guidata all’interno del parco di Villa dei Gordiani, organizzata domenica 27 ottobre 2019 dalle associazioni “Omnia Urbes” e “l’Incontro” che, come molte altre, si impegnano nella valorizzazione del territorio del V municipio.

L’ennesima visita? Ancora una volta lì? Ma di preciso dove?

Di preciso a Roma, nella Roma del III secolo d.C., in un’importante compagine imperiale che ha accolto le storie, sfortunate a dir la verità, degli imperatori della dinastia dei Gordiani.

Ancora una volta presso un parco archeologico che benché sia vissuto come parco non è per nulla percepito come archeologico (eppure di importanti testimonianze ce ne sono).

L’ennesima visita proposta in questo luogo che, comunque, riscuote un grande successo soprattutto tra coloro che sul territorio ci vivono, lo fruiscono e con orgoglio scoprono quanto sia importante la sua storia e quanto della storia di Roma ci sia ancora qui.

Domenica pomeriggio un gruppo di persone e di bambini hanno camminato nel parco e provato a immaginare come era diversa, maestosa, romana questa parte della città eterna.

Al termine della visita un piccolo tassello si era aggiunto nella percezione del territorio tra i partecipanti alla visita guidata: la grande bellezza non è solo all’interno delle mura aureliane ma si stende anche al di là, oltre, abbracciando territori che ne conservano, più o meno bene, ricordi, frammenti, vestigia.

Due ore di chiacchierate e camminate, di pensieri e riflessioni, di ricordi di storia studiata e di storia vissuta all’interno del parco (in un’altra epoca, quando si era bambini), due ore di conoscenza e di condivisione di una bellezza che da quasi duemila anni è sempre pronta a farsi ammirare ed a regalare frammenti di …Roma!

Quanta storia lungo quei vialetti…

Viene chiamata Villa Gordiani, ma bisognerebbe dire la cosiddetta Villa dei Gordiani, in ricordo dei tre imperatori della dinastia dei Gordiani, appunto, che ne presero possesso alla metà del III secolo d. C.

La sua storia, però, inizia molto prima, almeno tre secoli prima (siamo  nel periodo della fine della Repubblica Romana, quando Augusto ridisegna la cornice istituzionale di Roma passano dalla Res Publica all’Imperium).

“Cisterne, condotti idraulici, ambienti destinati alla vita privata del dominus (il proprietario della villa), un ninfeo, due aule ottagone e un mausoleo rotondo (datato agli inizi del IV secolo d.C.) sono le strutture che semplicemente passeggiando nel parco si possono ancora ammirare, anche se, purtroppo, solo attraverso una recinzione di sicurezza e senza alcuna indicazione utile alla loro identificazione” (descrivevamo in un precedente articolo del 28/4/2018)

La storia della villa è ormai più o meno conosciuta, altre volte, proprio su questo giornale se ne è scritto; ci troviamo all’interno di un parco archeologico urbano, come quello purtroppo altrettanto bistrattato, se non di più, di Centocelle.

Siamo in una grande proprietà imperiale, siamo all’interno di un processo di urbanizzazione del suburbium che non ha avuto arresti nel corso degli ultimi due millenni.

Anche qui è Roma, eppure ancora oggi non se comprende il grande valoro storico e turistico.

Periferia di cosa? Qui è Roma, la grande Roma imperiale!


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti