Mario dell’Arco e il Novecento alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma

Venerdì 15 dicembre 2017 in Viale Castro Pretorio, 105
Redazione - 14 Dicembre 2017

Venerdì 15 dicembre 2017 presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, in Viale Castro Pretorio, 105, si terrà l’incontro: Mario dell’Arco e il Novecento

Il programma prevede

alle ore 16,00-16,30 (Spazi900) visita e illustrazione del museo letterario Spazi900 a cura di Eleonora Cardinale con una scelta di canzoni romanesche eseguite da Giorgio Onorato

 e alle ore 16,30-18,30 (Sala 1) Un saluto di Andrea De Pasquale, Direttore della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, l’introduzione del Direttore del Centro Studi Marcello Fagiolo dell’Arco e le relazioni di: Carolina Marconi, Prima di Mario dell’Arco: le poesie giovanili e le canzoni; Pietro Gibellini, Mario dell’Arco nella poesia italiana del ’900, Franco Onorati, Mario dell’Arco e i dialetti, nell’intersezione fra Sciascia e Pasolini

Letture di Maurizio Mosetti

Conclusioni di Marcello Fagiolo dell’Arco

 

Mario dell’Arco. Pseudonimo del poeta in dialetto romanesco e architetto Mario Fagiolo (Roma 1905 – ivi 1996); fondò alcune riviste di poesia e curiosità dialettali, fra cui Orazio (1949) e Il Belli (1952). La sua poesia (Taja ch’è rosso1946La stella de carta1947Ottave1948Tormarancio1950La peste a Roma1952Ponte dell’Angeli1955Verde vivo verde morto1962Roma levante Roma ponente1965Gatti1980Assolo1982Vince er turchino1985; Poesie romanesche1987), che si riallaccia ai modi della contemporanea lirica in lingua e specialmente alla poesia ermetica, si giova del dialetto per dare maggior risalto verbale a una immaginazione baroccheggiante, trovando tuttavia la sua nota più genuina là dove un motivo elegiaco (come quello ispirato dal ricordo del figlioletto morto, in Una striscia de sole1951) serve di remora al trasmodare del suo gusto “macaronico”. Compilò anche, in collaborazione con P. P. Pasolini, un’antologia della Poesia dialettale del Novecento (1952), ed è autore di un interessante GBelliRitratto mancato (1970).


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti