Mi scappa la pipì… difficoltà per farla al centro Culturale Lepetit

La struttura non parteciperà alla divisione della tortina culturale messa a disposizione dal Dipartimento dell'assessore capitolino alla Cultura Barca
di Alessandro Moriconi - 22 Dicembre 2013

Come era prevedibile il Centro Culturale Lepetit non parteciperà alla divisione della tortina culturale messa a disposizione dal Dipartimento dell’assessore capitolino alla Cultura Barca per organizzare sui territori dei municipi eventi culturali durante il periodo Natalizio.

Quarantamila euro che di divideranno i professionisti degli eventi culturali. Spettacoli ed iniziative si terranno presso il Teatro Quarticciolo con quattro eventi dal 30 dicembre al 3 gennaio 2014.
Il 31 dicembre l’anno nuovo si festeggerà in strada in piazza dei Gerani con l’Orchestra diretta dal Maestro Andrea Striano “Drago” e alle Case Popolari Ater di via Tor de Schiavi con Radio Kaos e un concerto Rock Jazz dei The Phildrop.
Domenica 22 dicembre a L.go Agosta esibizione della banda di Enrico Capuano con Tammuriata Rock.
Si chiuderà il 5 gennaio 2014 con il Teatro di strada a Villa De Sanctis dove dalle 10.30 alle 18,00 ci saranno eventi riservati a tutte le età con artisti di strada, giocolieri e acrobati, clown.

Nel Bando per la scelta di associazioni e relativi progetti era previsto un consistente punteggio per quelle associazioni culturali nei cui programmi fossero previste iniziative gratuite effettuate o da effettuare sul territorio.
Centro Anziani Lepetit sala1Centro Anziani Lepetit sala2Un punteggio che sicuramente non è andato all’Associazione Culturale Lepetit che ha partecipato al Bando e non si è visto assegnare nessuno dei progetti, eppure l’offerta culturale dell’associazione era di prim’ordine e anche molto partecipato dai residenti di Tor Tre Teste e non solo e molte erano le iniziative gratuite, previste a dicembre.

Centro Anziani Lepetit caldaiaMa se il Municipio V non ha trovato “vincenti” e convincenti le proposte culturali offerte in risposta al Bando finanziato con i 40.000 €uro, lo stesso trovi almeno delle risorse per dare risposte manutentive al manufatto che da anni è sede sia del Centro Anziani e sia del centro Culturale. Opere avviate e non concluse, alcune delle quali per ingiustificati ritardi burocratici, come il completamento dell’impianto del gas che alimenta le caldaie del riscaldamento dei campi di bocce.

Centro Anziani Lepetit bagniAltre hanno dell’incredibile, come i bagni del centro culturale non funzionanti da oltre due mesi a causa di un guasto alla rete fognaria e che costringe i frequentatori a dividere la toilette con gli oltre duecento anziani che giornalmente frequentano il centro.

Centro Anziani Lepetit scaleC’è poi la richiesta inevasa da anni che consiste nell’eliminazione delle barriere architettoniche rappresentate dalle scale all’entrata che impediscono ad invalidi e carrozzati di accedere alla struttura.
Centro Anziani Lepetit manufatti eternitIncomprensibile è anche la presenza nel giardino di due cassoni in eternit, ma quello allo stato dei fatti sembra il problema minore.

Il municipio Roma V si svegli dunque: due bagni per 300 persone sono a dir poco insufficienti soprattutto se si tratta di anziani alle prese con bisogni indifferibili quanto insopprimibili.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti