Municipi XI e I, con la Regione Lazio, contro l’abusivismo edilizio

Per salvaguardare le aree archeologiche di Roma
Enzo Luciani - 23 Luglio 2009

Il 23 luglio 2009 presso la sede del Municipio Roma XI, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di una azione comune, tra Regione, Municipio I e XI, contro l’abusivismo edilizio e per la salvaguardia delle aree archeologiche. Alla conferenza stampa sono intervenuti Andrea Catarci; Presidente del Municipio XI, Alberto Attanasio Vice Presidente del Municipio XI, Orlando Corsetti Presidente del Municipio I, Esterino Montino Vice Presidente della Regione Lazio e Massimo Miglio consulente esperto nella lotta all’abusivismo edilizio.

Il Municipio XI e I hanno stretto una collaborazione, a titolo gratuito, con Massimo Miglio, già a capo dell’Ufficio Comunale contro gli abusi edilizi ed ora impegnato in Regione all’interno dell’Ufficio urbanistico-edilizio della Regione, per supervisione e coordinare le attività di repressione e prevenzione dell’abusivismo edilizio.
"Dalla rimozione di Miglio e dalla soppressione dell’Ufficio antiabusivismo edilizio (Ottobre 2008) ad oggi si è assistito alla riduzione ai minimi storici del controllo sul territorio e all’indebolimento dell’azione preventiva e repressiva – ha dichiarato Catarci -. Vogliamo rilanciare, attraverso la consulenza gratuita di Miglio e il rafforzamento del legame con la Regione Lazio , l’opera di vigilanza e di contrasto delle speculazioni, in particolare nella ‘Regina Viarum’, anche con interventi di sequestro e demolizione. Purtroppo in questi mesi la nuova struttura comunale finalizzata alla repressione dell’abusivismo edilizio, legata all’Assessorato all’Urbanistica, si è distinta più per l’azione inquisitoria verso gli organismi tecnici municipali che per il fatto di salvaguardare la città e i suoi gioielli. Si auspica un rapido cambio di rotta, ma intanto il Municipio XI non intende stare a guardare inerte, come dimostra l’iniziativa di oggi.”

"Esistono due tipi di abusivismo – ha aggiunto Montino -, il primo è quello di necessità (che è ancora presente) ma esiste oggi in particolare nelle aree di pregio un abusivismo aggressivo, speculativo che crea un enorme impatto su quei territori. Mettere insieme i municipi I e XI che includono le 2 aree dal punto di vista archeologico più importanti al mondo vuol dire fare vigilanza, controlli e repressione dell’abusivismo edilizio in aree di valore ambientale, storico, archeologico e culturale uniche al mondo. Ciò consentirà di ottenere risultati palpabili e concreti."

“La lotta all’abusivismo è stata e continua ad essere una priorità per il I Municipio, impegnato da tempo a reprimere tutte quelle forme di illegalità che interessano il territorio del Centro Storico danneggiando e “offendendo” luoghi dall’indubbio valore artistico, storico ed archeologico – ha detto Corsetti – nonostante l’impegno profuso in questi mesi nel contrastare gli abusi edilizi, il lavoro del Municipio si “arena” a causa dell’assenza del necessario supporto logistico-organizzativo che finalmente arriverà grazie a questa preziosa collaborazione con la Regione che passa anche attraverso la professionalità e la competenza di Massimo Miglio “.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti