Mura Aureliane: abbattuto manufatto abusivo e ripulita area di 5 mila metri quadri

All'interno trovati numerosi giacigli. Due persone presenti al momento, dopo l'identificazione dei Vigili, si sono allontanate rifiutando l'assistenza
Redazione - 4 Agosto 2017

Il 2 luglio 2017 la Sezione PICS, della Polizia Locale, con il supporto tecnico di personale e mezzi Ama e del dipartimento Ambiente, ha proceduto ad un intervento di rimozione di insediamento sorto nelle aree a ridosso delle Mura Aureliane, più precisamente nel tratto di via Casilina, da Piazzale Labicano allo svincolo per la Tangenziale Est.

E’ stato abbattuto un manufatto abusivo costruito in legno e con il tetto in lamiera della dimensione di circa 40 metri quadri, al cui interno si trovavano numerosi giacigli. Al momento dello sgombero sono stati trovati all’interno un uomo ed una donna di nazionalità rumena che, dopo l’identificazione, si sono allontanati rifiutando l’assistenza offerta.

Dopo l’abbattimento sono state eseguite opere di bonifica dell’area con la rimozione dei materiali e dei cumuli di rifiuti ammassati a ridosso del monumento.

“Al fine di mettere l’area in sicurezza da incendi – informa il comunicato della Polizia Roma Capitale – si è inoltre proceduto allo sfalcio dell’intera superficie di circa 5000 metri quadri e all’abbattimento di essenze arboree infestanti che, per la loro altezza, occultavano  la visuale del monumento. L’intera zona è stata anche cosparsa con enzimi disinfettanti. Nella prossima settimana è programmato un altro intervento di controllo, di rifinitura e di riparazione delle reti di recinzione.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti